Cadavere carbonizzato in un'auto nel Napoletano

Rapinato gioielliere a Ercolano: due fermi

Rapinato gioielliere a Ercolano, nel Napoletano. Due fermi per la rapina a un gioielliere avvenuta a Ercolano, nel Napoletano, il 7 ottobre scorso

Rapinato gioielliere a Ercolano, nel Napoletano. Due fermi per la rapina a un gioielliere avvenuta a Ercolano, nel Napoletano, il 7 ottobre scorso. I carabinieri hanno individuato due complici dei rapinatori uccisi dal negoziante rapinato, Antonio Corvo, 60 anni, gia’ noto alle forze dell’ordine considerato lo ‘specchiettista‘ della banda, l’uomo cioè che ha segnalato ai rapinatori che la vittima aveva prelevato una grossa somma in banca; e Addolorata Esposito, 29 anni, anche lei già nota, che ha partecipato alla fase organizzativa del ‘colpo’.

 

Rapinato gioielliere a Ercolano: indagato per omicidio volontario

In quella rapina il gioielliere uccise i due rapinatori, Luigi Tedeschi e Bruno Petrone. I militari dell’Arma hanno acquisito i video dei sistemi di sorveglianza della banca e di negozi e condotto capillari indagini per identificarli nochè confrontato i tabulati dei cellulari dei rapinatori deceduti. Notificato anche un avviso di garanzia al fratello di un rapinatore ucciso per le minacce rivolte al gioielliere in interviste. Il gioielliere è indagato per omicidio volontario. (Fonte AGI)