Rapinano suv con mazze da baseball: due arresti

Rapinano suv con mazze da baseball: due arresti a Napoli. I rapinatori sono stati identificati grazie all’identificazione da parte delle vittime

La Polizia di Napoli ha fermato due giovani di 20 anni che la notte di sabato scorso, a bordo di una Fiat 500X, hanno inseguito una Land Rover Evoque, armati di mazze da baseball, per tentare di rubare la vettura. Durante il raid i giovani, insieme con altri tre complici in via di identificazione, hanno picchiato i passeggeri del suv e danneggiato la vettura.

 

Rapinano suv con mazze da baseball: rapinatori identificati grazie alle vittime

L’inseguimento è iniziato da via Caracciolo ed è proseguito fino a piazza della Repubblica dove è scattata l’aggressione con calci, pugni e con colpi di mazza da baseball. Il conducente della Land Rover è riuscito a divincolarsi e a fuggire, portando via la “chiave” che disabilita l’antifurto, impedendo al branco di impossessarsi della vettura. I giovani però hanno portato via un cellulare dall’auto. I due giovani, Luigi Giappone e Mirco D’Angelo, sono stati identificati con il contributo delle vittime e bloccati, all’alba nelle loro case, a Giugliano in Campania (Napoli) con l’accusa di rapina aggravata e porto abusivo di arma impropria.