Rapina a Napoli: 19enne ai domiciliari

Rapina a Napoli nell’aprile del 2016: 19enne ai domiciliari accusato di furto. Sono in corso le indagini per trovare il complice

Rubò orologi, oro e pietre preziose nell’aprile del 2016 facendo irruzione in una gioielleria di Napoli con il metodo della ‘spaccata‘. Un giovane di 19 anni, accusato del furto in via Capitelli, è stato scoperto ed arrestato dai carabinieri. Abita a Soccavo ed era ai domiciliari per rapina aggravata. Insieme con un complice, su cui sono in corso indagini, è accusato di aver forzato la serratura della gioielleria e mandato in frantumi una vetrina portandosi via 150 orologi e circa 600 grammi in oro puro e pietre preziose.

 

Rapina a Napoli: indagini in corso su complice

Esaminando i sistemi di videosorveglianza dei negozi vicini a quello preso di mira e comparando le impronte rilevate sul luogo del furto, i carabinieri della stazione Napoli-San Giuseppe e della sezione investigazioni scientifiche del nucleo investigativo di Napoli hanno identificato il 19enne; per lui arresto in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari emessa dal gip di Napoli per furto aggravato in concorso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *