Raffaele Sardo “Come nuvole nere” a Casapesenna

“Come nuvole nere” di Anna Copertino

La 26 tappa del Festival del’Impegno Civile, con tema “In cammino tra Cambiamento e Memoria”, svoltasi nella sede di Legambiente di Casapesenna con la collaborazione del di Presidio Libera Casapesenna e l’Associazione Antiracket “Domenico Noviello”, ha visto la presentazione dell’ultimo libro di Raffaele Sardo, Come nuvole nere. Come nuvole nere , storie vere di uomini e donne perbene, senza retorica, tratte dai ricordi dei familiari delle vittime innocenti, che dopo essere state ammazzate, talvolta vengono infangate o dimenticate. Familiari che, hanno raccolto il testimone trasformando il dolore in memoria, ed il loro vivere in impegno civile, di consapevolezza e responsabilità.

Storie di innocenti, che con crudezza, ma anche con grande umanità, Raffaele Sardo racconta, accompagnandoci, nella normalità della vita delle vittime e nella mentalità della violenza dei carnefici, senza retorica, senza martirio e lontano dall’oblio. ” Sono storie di cittadini per bene che chiedono solo di potere svolgere il proprio lavoro. O di servitori dello Stato, che, magari in solitudine, si fanno carico dei mali sociali pagando a volte il prezzo di complicità indecenti. E alla fine la quantità di queste storie compone un mosaico sconvolgente; che assume il respiro della storia grande», scrive Nando Dalla Chiesa, nella prefazione.

Tante le vittime innocenti in Italia, troppe in Campania, circa 300 innocenti uccisi della camorra, innocenti della camorra, del terrorismo, del dovere. Storie di uomini e donne, che erano al posto giusto, al momento giusto, quello, nella loro vita. Ai microfoni di Roadtv Italia, l’autore Raffaele Sardo e Francesco Morlando, fratello di Mena Morlando, vittima Innocente di criminalità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *