Raffaele Migliaccio, cantante neo-melodico, arrestato per istigazione alla corruzione

Raffaele Migliaccio, cantante neo-melodico, arrestato per istigazione alla corruzione

Raffaele Migliaccio, in arte ‘Raffaello’, è stato arrestato dalla Polizia la scorsa notte, nel quartiere Poggioreale, per istigazione alla corruzione

Raffaele Migliaccio, cantante neo-melodico di 28 anni, in arte “Raffaello” è stato arrestato questa notte a Napoli. Il giovane era a bordo di una “Mercedes” con la fidanzata e un amico, ed è stato fermato in via Stadera, nel quartiere Poggioreale, da una volante per un controllo dopo aver commesso alcune infrazioni al codice della strada.

Raffaele Migliaccio: “Sono pieno di soldi”

Al momento del fermo, il cantante ha chiesto alla Polizia di “chiudere un occhio in cambio di una somma pari a 400 euro. “Sono pieno di soldi, quando avete bisogno sono a disposizione“, ha detto dopo essersi presentato e aver dato la sua qualifica di “famoso cantante“.

Raffaele Migliaccio: nel 2011 arrestato per rissa

Gli agenti lo hanno così arrestato per istigazione alla corruzione e condotto in Questura. Qui Raffaele Migliaccio ha tentato di aggredire uno dei poliziotti: “Togliti la divisa ed esci fuori“. Questo il motivo che ha portato a una denuncia per minacce a pubblico ufficiale. A bordo dell’ auto di Migliaccio i poliziotti hanno trovato una dose di hashish. Migliaccio è stato così segnalato alla Prefettura. Non è la prima volta che il cantante neo-melodico si trova in situazioni del genere : nel 2011 era stato arrestato in seguito a una rissa.