Primavera 2015, meno partenze e prezzi degli hotel più cari

Primavera 2015, meno partenze e prezzi degli hotel più cari

Questo inizio di primavera 2015 ha fatto registrare un forte aumento nei prezzi degli alberghi e una forte diminuzione delle prenotazione rispetto al 2014.

La crisi come sappiamo riguarda tutti i settori, compreso quello turistico, fare una vacanza, lunga o breve che sia, pesa sulle tasche degli italiani, con la conseguenza che le prenotazioni nelle strutture alberghiere del bel paese sono in netto calo rispetto al 2014, sopratutto per quanto riguarda questa primavera 2015, dove fino ad ora le vacanze brevi, quelli di due, tre notti, sono diminuite notevolmente, come emerge da un’analisi fatta da ProntoHotel.it.

Primavera 2015 – Diminuiscono le prenotazioni

Il dato più strano che emerge dall’analisi condotta da ProntoHotel.it è che, nonostante le prenotazioni siano diminuite drasticamente dall’anno scorso, i prezzi degli alberghi invece sono lievitati in questa primavera 2015, alle tariffe applicate nel mese di aprile. Al primo posto ovviamente Milano, che grazie anche ad Expo 2015, ha visto un incremento nel costo delle camere del 32 per cento: nel 2014 una notte costava 195 euro, oggi 258€. In aumento anche i prezzi degli alberghi di Napoli: primavera 2014 il costo di una notte era di 106€, primavera 2015 è aumentato a 124€. La città partenopea si trova al sesto posto.

Infine, nella Top 20 proposta da ProntoHotel.it, le uniche città che hanno avuto un rincaro dei prezzi sono: Lecce, Viareggio, Siena, Bologna e a Roma. Nella capitale c’è stato un rincaro del 7,74 per cento: nel 2014 si spendeva a notte 168 euro, oggi, primavera 2015, si spende circa 155€.