Primarie Pd, i 3 candidati contro De Magistris. Ma lui ama Renzi

Il sindaco dichiara il suo appoggio a Renzi, ma i candidati alla Regione vogliono fargli guerra

di Giuliana Gugliotti

Tutto pronto per le primarie Pd che si terranno domani, domenica 16 febbraio, dalle 8 alle 20.

I votanti saranno chiamati a scegliere il candidato Pd più adatto a ricoprire il ruolo di segretario Pd della Regione Campania tra: Michele Grimaldi, 32 anni, coordinatore della segreteria dei Giovani democratici, area di sinistra; Assunta Tartaglione, 43 anni, deputato e coordinatore delle donne Pd di Napoli, renziana; Guglielmo Vaccaro, 47 anni, deputato, lettiano.

I tre, intervistati da “Il Mattino”, oltre a esprimere perplessità riguardo all’affluenza alle urne per queste primarie regionali, hanno affermato la necessità di portare avanti una ferma opposizione all’amministrazione De Magistris, sfidandolo su temi cruciali come il dissesto finanziario, senza trascurare le esigenze della città capoluogo, per rafforzare la politica del Pd. Il sindaco, dal canto suo, in un’intervista apparsa sulle pagine di “Repubblica”, non raccoglie la sfida e anzi dichiara apertamente il suo appoggio a Renzi.

“Sono molto interessato a quello che sta accadendo, avevo un’interlocuzione molto significativa con il governo Letta e sono convinto che questi rapporti si rafforzeranno con il governo Renzi” ha affermato il sindaco. Poi ha proseguito dichiarando addirittura che i rapporti con il Pd sarebbero “in miglioramento, sicuramente con chi sostiene in modo convinto l’esperienza di Renzi”. Insomma, De Magistris sembra essere ignaro della guerra che il Pd intende muovergli proprio in casa sua. Sorge spontanea la domanda: per chi parteggerà il sindaco alle primarie?

15 febbraio 2014

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *