Primarie Pd, Ercolano: procura apre fascicolo

Primarie Pd Campania: 4 voti con lo stesso documento nel salernitano

Primarie Pd Campania: esprimere il proprio voto più volto e in seggi diversi si può, la prova viene dall’inchiesta svolta dal corriere.it.

L’inchiesta è opera del corriere.it, portata a termine dal collega Carmine Benincasa, il quale è riuscito a votare per ben quattro volte, nei seggi di Cava de’ Tirreni, Nocera Inferiore, Nocera Superiore e Vietri sul Mare. Il poker (come lo ha chiamato il collega del corriere – ndr) è avvenuto nella giornata di ieri, domenica 1° marzo, giorno in cui si sono svolte le votazione delle Primarie Pd Campania, vinte da Vincenzo De Luca. Il primo voto è al seggio di Cava de’ Tirreni, dove vota Benincasa. Il 2° voto è a Nocera Inferiore, dove non consegna nemmeno il documento e trascrivono i dati a voce, vota Napolitano. Il 3° voto è a Nocera Superiore, dove controllano il documento, ma nonostante la residenza dica Cava de’ Tirreni, il collega vota, Mattarella. Infine cala il poker a Vietri sul Mare, dove al controllo documento gli si viene detto “Vabbè, mettiamo che vivi a Marina di Vietri in via Mazzini“. Vota Sandro Pertini.

Primarie Pd Campania – Vota anche una ragazzina di 15 anni

L’inchiesta fatta dal corriere.it ad opera di Carmine Benincasa non si è limitata al poker di cui sopra, bensì, sempre a Cava d’ Tirreni, a votare è riuscita anche a una ragazza di 15 anni, questo nonostante sia vietato ai minori di 16 anni. Per concludere in bellezza, un altro complice vota regolarmente e all’uscita consegna il suo documento ad un amico, che entra e vota con il medesimo documento senza problemi, votando Oji Mudbone.