La prima Fiera del Libro napoletana: gli organizzatori ci presentano “Ricomincio dai libri” (VIDEO)

Manca poco all’attesissimo inizio della prima Fiera del Libro napoletana. Ecco cos’è “Ricomincio dai libri”. Voi siete pronti?

Le parole se le porta via il vento, e perché no, qualche volta pure il tempo. Sempre che prima non finiscano in un libro. Perché la dimensione temporale appartiene ai viaggiatori, chi legge sogna e non ha mete. O forse sì. Destinazione Villa Bruno, il countdown è già scattato. 20 e 21 settembre, nove giorni e il sipario si leverà sulla Prima Fiera del libro di San Giorgio a Cremano. Teatro della Fiera sarà la splendida location della Villa situata nel cuore del Comune vesuviano, a pochi battiti da Piazza Massimo Troisi, perché il cuore ama e tradisce, a volte senza distinzioni.

Il grande Massimo Troisi sarà il filo conduttore dell’evento

Troppo vuoto ha lasciato la perdita dell’inarrivabile comico, attore, sceneggiatore, regista. A dire genio si farebbe prima, ma come forse sarebbe convenuto egli stesso, se qualcosa di buono lo si è riusciti a combinare, perché ripartire da zero? È la celeberrima filosofia del ricomincio da tre. È la stessa filosofia abbracciata dalle associazioni culturali Arenadiana, La Bottega delle parole e Librincircolo, artefici della fiera di cui sopra. “Ricomincio dai libri” s’ intitola, in onore e in omaggio all’artista napoletano, ma anche al popolo che ha sempre difeso, a spada tratta, tutti. In onore e in omaggio alla forza delle idee contro quella – fragile – dei muscoli che sparano, della cultura contro l’ignoranza, della libertà di pensiero contro il conformismo estetico e mentale a cui la società di oggi sembra volerci piegare, del valore contro il prezzo troppo alto da pagare di un capitalismo smodato. Folle idea si dirà. I pazzi, allora, sono settantaquattro! Erasmo da Rotterdam starà brindando con Troisi. 21 case editrici, 32 autori singoli, 18 associazioni culturali, più le tre associazioni promotrici, tutti presenti – assieme a personaggi di levatura nazionale – in una fiera che aspettavano da troppo tempo, ognuno libero di presentare il proprio lavoro o, per gli editori, quello dei propri scrittori. Un lavoro impagabile, fatto di sacrifici e sana passione. Talmente impagabile da non avere alcun costo. L’ingresso al pubblico sarà, infatti, totalmente gratuito. Decisione ferma da parte degli organizzatori, mirante a coinvolgere quanti accoglieranno l’invito nel loro progetto, ricominciare dai libri perché è tempo di scrivere un futuro migliore. E scusate il ritardo!

Ufficio Stampa “Ricomincio dai libri” Michele Di Matteo