Presentazione libro "Questa scuola non è un albergo" di Pino Imperatore

Presentazione libro “Questa scuola non è un albergo” di Pino Imperatore

All’Attico Partenopeo la presentazione dell’ultimo romanzo scritto da Pino Imperatore, “Questa scuola non è un albergo”.

Dopo i successi di ‘Benvenuti in casa Esposito’ e di ‘Bentornati in casa Esposito’, l’ultima fatica dello scrittore napoletano Pino Imperatore si intitola “Questa scuola non è un albergo“, presentato circa due mesi fa alla Feltrinelli e in questi giorni caldi di luglio presso l’Attico Partenopeo, dove eravamo presenti anche noi di RoadTvItalia con la nostra inviata Anna Copertino.

Edgardo Bellini: “Pino Imperatore si è superato”

Inizia così il suo intervento Edgardo Bellini, elogiando la penna di Pino Imperatore e il suo ultimo capolavoro “Questa scuola non è un albergo“, un libro dove “l’ingrediente comico è sapiente contrappeso del materiale poetico – afferma Edgardo Bellini”. Il libro racconta le storie di una quinta classe di un Istituti Alberghiero di San Giovanni a Teduccio, tramite gli occhi del protagonista Angelo D’Amore. Durante tutto l’anno scolastico “le vite e le storie dei personaggi – afferma Edgardo Bellini – si intrecciano e si scontrano sotto l’ombra violacea di un grande dolore”. “I personaggi e le vicende del romanzo – conclude Edgardo Bellini – sono una foto della realtà ma lievemente ritoccata dalla mano gentile e innocente dell’autore, Pino Imperatore”.

Pino Imperatore all’Attico Partenopeo

Alla presentazione di “Questa scuola non è un albergo”, presso la terrazza dell’Attico Partenopeo, oltre ad Edgardo Bellini e alla presenza di Pino Imperatore, c’era anche la scrittrice Letizia Vicidomini, recentemente intervistata proprio qui all’Attico Partenopeo dalla nostra inviata Anna Copertino, in occasione della presentazione del libro Nero. Infine all’evento era presente anche l’attore Gennaro Silvestri, che nella commedia ‘Benvenuti in casa Esposito’ interpreta don Pietro il camorrista, il quale ha partecipato alle letture del libro.

Edgardo Bellini ed Anna Copertino