Prima presentazione del volume “Vecchio sarai tu!” a cura di Raffaele Messina

Rifiuto di un epiteto ritenuto offensivo in una società che pratica il culto del giovanilismo o anche maledizione biblica che incombe sul destino di tutti.

La casa editrice Homo Scrivens è lieta di invitarvi alla prima presentazione della raccolta di racconti

Vecchio sarai tu!

a cura di

Raffaele Messina

(collana Polimeri)

Sabato 14 aprile 2018, alle ore 12:00, presso la

Chiesa di San Severo al Pendino,

Via Duomo, 286 – Napoli.

Insieme al curatore del volume intervengono:

Aldo Putignano, scrittore ed editore,

Angelo Petrella, scrittore.

Letture di: Paquito Catanzaro, attore.

La presentazione è inserita all’interno della rassegna

PEN – Proposte Editoriali Napoletane.

 

Il libro

Una raccolta di dodici racconti, di diverso genere, dedicati al ruolo degli anziani nella nostra società. Ad aprire il volume è Angelo Petrella con un giallo nel quale la rigorosa logica deduttiva di un professore in pensione sventa il tentativo di evasione d’un pericoloso criminale. Seguono la storia noir di un’anziana madre che vendica con le proprie mani la morte del figlio tossicodipendente; la comicità di un vecchio marchese che emigra in Russia per amore; il legame d’affetto che unisce un nonno a sua nipote. 

 

Raffaele Messina è docente, critico letterario, saggista, autore di testi scolastici, editor indipendente. Collabora alla rivista «l’Espresso napoletano» ed è membro delle commissioni giudicatrici di vari premi letterari. Per Homo Scrivens ha curato la raccolta Le donne di Napoli (2017).

Ho sempre odiato, sin dalla nascita, le bugie e le ingiustizie, dunque da grande avevo solo due strade da poter percorrere, quella del detective o del giornalista, ho scelto la seconda e il potere della penna, da sempre affascinato da tale professione.

Francesco Healy

Ho sempre odiato, sin dalla nascita, le bugie e le ingiustizie, dunque da grande avevo solo due strade da poter percorrere, quella del detective o del giornalista, ho scelto la seconda e il potere della penna, da sempre affascinato da tale professione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *