Presentazione David Lopez: “Serviva un uomo tra difesa e attacco, mi ispiro a Busquets e Xabi Alonso”

Il centrocampista spagnolo ha parlato con Benitez prima di accettare il Napoli

In antichità il jeans era un tessuto da lavoro, usato dai marinai per la sua duttilità e resistenza: qualità richieste oggi a David Lopez, ultimo acquisto del Napoli, che avrà il compito di migliorare finalmente quel centrocampo che tanto ha dato da pensare lo scorso anno.

Una sfida importante

“Sapevo che sarebbe stata una sfida complicata venire in questa squadra, è andata bene in campionato, hanno vinto un trofeo, non mi pongo limiti, sono venuto qui per imparare, per migliorare e poi vedremo cosa succederà. È arrivato il momento per il Napoli di spiccare il salto definitivo. Mi hanno detto che il San Paolo è lo stadio dove i giocatori si divertono a giocare” 

Box to box

“Il mister cercava un centrocampista come me, che aiutasse la difesa ed nella fase offensiva per il principio dell’azione, connettere la difesa con l’attacco. So che i tifosi si aspettavano Mascherano, ma io non posso dire cosa so fare, lo dimostrerò in mezzo al campo. Ho giocato l’anno scorso con il 4-2-3-1, tuttavia non ho problemi ad adattarmi.”

“Mi ispiro a Busquets e Xabi Alonso”

Benitez mi ha chiamato prima di firmare con la squadra, mi ha chiesto cose precise, sapevo cosa sarei venuto a fare. I miei modelli? Ce ne sono tanti, fra gli altri Busquets e Xabi Alonso sono quelli a cui mi ispiro di più. Per quanto riguarda la mia condizione posso dire che ho cominciato in anticipo la preparazione rispetto agli altri, sono in buona forma.”