Un giorno per la memoria

Premio Elsa Morante all’Impegno Civile al libro Un giorno per la memoria. Perché questo libro è importante? (Interviste varie)

Presso la Sala Rosa dei venti di Castel Sant’Elmo a Napoli, il Premio Elsa Morante ha offerto un’anteprima dell’edizione 2019 del Salone del libro di Napoli, con due sezioni speciali. L’evento sarà celebrato a maggio presso l’Auditorium della Rai di Napoli, all’interno di Napoli Città Libro.

La prima sezione speciale è il Premio Morante Nisida – Dinacci, storica sezione portata avanti con gli insegnanti ed i ragazzi dell’Istituto di pena minorile di Nisida. Il Premio andrà a “Vico Esclamativo” (Edizioni San Gennaro) di Chiara Nocchetti, un libro che racconta del riscatto sociale di un intero quartiere, uno di quei quartieri a rischio i cui ragazzi potrebbero essere in bilico tra affare e malaffare.

L’altra sezione sarò per l’Impegno Civile a “Un giorno per la memoria” (Homo Scrivens) a cura di Anna Copertino. Un libro appassionato e dolente che racconta ventisette storie di vittime di mafie. Un raccolta di ventuno autori per ventuno vittime innocenti. Uomini e donne uccisi, anche se del tutto estranei a ogni connivenza con il sistema o altro tipo di malaffare. Morti che troppo spesso vengono impropriamente definiti “uno scambio di persona”, come a voler giustificare l’errore umano, anche se compiuto per mano di delinquenti. In un libro le storie di molti di loro, tratteggiate da autori famosi, “affidando” a ognuno di loro la memoria di una vittima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *