Il prefetto di Roma: “Riguardo alla morte di Ciro Esposito non abbiamo nessuna responsabilità”

Dopo le accuse e la petizione per chiedere l’apertura di un’inchiesta sul prefetto e il questore di Roma dopo la morte di Ciro Esposito, il prefetto si difende: “Abbiamo agito correttamente”

Solo ieri è partita una petizione, fortemente voluta dalla madre di Ciro Esposito, Antonella Leardi, per chiedere l’apertura di un’inchiesta sul prefetto e il questore di Roma, Giuseppe Pecoraro e Massimo Maria Mazza, all’Auditorium di viale della Resistenza a Scampia ed è indirizzata a Giorgio Napolitano e ad Angelino Alfano. La petizione è stata lanciata per chiedere giustizia per il giovane ferito poco prima della finale di Coppa Italia Napoli – Fiorentina a Roma, e per accertare eventuali responsabilità colpose riguardo alla mancata sicurezza.

“Abbiamo agito correttamente”

Il prefetto di Roma si difende: “I servizi che sono stati serviti erano adeguati ed erano perfettamente in linea con il Comitato per l’ordine e la sicurezza. Anche De Magistris ha appoggiato la petizione, ma ogni volta che vengo a Napoli noto tantissimi problemi più gravi di questo. Se il sindaco vuole stare dalla parte dei tifosi napoletani, allora renda lo stadio dignitoso e adeguato ai nostri tempi“.