Pre-partita Milan-Juventus: non ci sono Pato e Chiellini

Manca poco ormai all’attesissima sfida che stasera alle ore 20.45 vedrà di fronte il Milan di Allegri e la Juventus di Alessio, nelle veci di Antonio Conte. Alla Scala del calcio per il posticipo della quattordicesima giornata di Serie A non verrà disputata una partita di vertice, la Juventus capolista sarà ricevuta da un Milan tredicesimo in classifica che ha mostrato alcuni segni di ripresa nelle partite con il Napoli e in Champions con l’Anderlecht.

Ma partite come queste esulano da qualsiasi dato statistico, Milan-Juventus è un match fuori dall’ordinario che può essere risolta dal colpo di un singolo in qualsiasi momento e qualsiasi maglia indossi. Non trascurabili inoltre il fattore psicologico, la bravura dei due mister nel saper organizzare non solo tatticamente la partita ma anche nel saper coinvolgere emotivamente i calciatori, semmai ce ne fosse bisogno per una partita del genere.

La Juventus scenderà in campo senza Chiellini in difesa causa infortunio, invece Bonucci ha recuperato dall’influenza. Sulla destra partirà titolare Isla che sostituirà Lichtsteiner, affaticato dopo la grande prova contro il Chelsea. Per il Milan invece sarà Pato a non partire dall’inizio. Per i rossoneri sara Constant, un centrocampista, ad occupare la fascia laterale destra al posto di Antonini. Dalla sua parte ci sarà Asamoah pronto ad approfittare della posizione non usuale del giocatore guineano. Pazzini è in vantaggio su Bojan per un posto in attacco. Le probabili formazioni:

Milan (4-4-2): Abbiati,De Sciglio, Yepes, Mexes, Constant, De Jong, Montolivo, Nocerino, Boateng, Pazzini, El Shaarawy. (All. Allegri). A disp. Amelia, Gabriel, Zapata, Acerbi, Emanuelson, Ambrosini, Flamini, Niang, Bojan, Robinho.

Juventus (3-5-2): Buffon, Barzagli, Bonucci, Caceres, Isla, Pirlo, Vidal, Marchisio, Asamoah, Vucinic, Quagliarella. (All. Alessio). A disp. Storari, Rubinho, Marrone, Lichtsteiner, De Ceglie, Giaccherini, Pepe, Bendtner, Matri, Giovinco, Pogba.

 Michele Longobardi

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *