Postpartita Napoli – Lazio, le dichiarazioni degli allenatori

Reja: “Avremmo meritato il pareggio anche in inferiorità numerica, sapevo che il Napoli coi primi caldi avrebbe avuto difficoltà”. Benitez: “Dobbiamo lavorare ancora tanto.”

Sarà anche un signore EdyReja, ma non le manda certo a dire. In conferenza stampa al termine del match con il Napoli, perso 4-2 dai suoi, il tecnico ex padrone di casa esordisce così: “ho l’impressione che fosse fuorigioco di Higuain sull’episodio del rigore. Le partite poi sono fatte di episodi e di lì in avanti le cose si sono complicate. Nonostante questo avremmo comunque meritato il 3-3. Speravo di poter fare almeno 1 punto a Napoli.”

Qualcuno ha osservato come la sostituzione di Felipe Anderson, uno dei migliori in campo, sia stato un autogol con il senno di poi: “sono valutazioni che ho fatto al momento: ho spostato Lulic più avanti, purtroppo anche lui è dovuto uscire per infortunio; se l’avessi saputo di certo l’avrei lasciato in campo.”

Soddisfatto Benitez, il quale ha spiegato subito la chiave  di volta della partita e del restante campionato: “abbiamo una virtù: attacchiamo bene, ma quando perdiamo palla siamo sbilanciati. Dovremo continuare a lavorare su questo difetto. Anche per fare i cosiddetti “falli tattici”, occorre essere ben posizionati in campo”.

Se poi c’è un Higuain in stato di forma, allora diventa tutto più facile. L’argentino in settimana aveva dichiarato di non “aver nulla da dimostrare a Benitez”. A volerla guardare positivamente, l’attaccante percepisce una fiducia totale nei suoi confronti, che il tecnico ha prontamente confermato: “con Gonzalo abbiamo il vantaggio di poter comunicare in spagnolo, il nostro è un rapporto bellissimo.” In chiusura parole di entusiasmo per il rientrante Mesto, da sempre oggetto della stima del tecnico.