Porto di Napoli, per Caldoro è realtà di rilancio per la regione

Caldoro commenta l’inchiesta sugli appalti irregolari del Porto di Napoli

di Redazione

Napoli – Dopo la vicenda giudiziaria che ha sconvolto i vertici dell’Autorità Portuale per sospette irregolarità negli appalti del Porto di Napoli, anche il presidente della Regione Campania Stefano Caldoro interviene sull’inchiesta della magistratura e sulla nomina del nuovo commissario straordinario. “Alla breve fase commissariale – ha detto Caldoro – così come evidenziato dal ministro Lupi e dall’ammiraglio Felicio Angrisano, al quale confermo la massima collaborazione istituzionale riconoscendone il profilo di alta competenza , seguirà una governance stabile della autorità con la nomina del presidente. La Regione, in riferimento alla nomina, ha provveduto nei tempi previsti ai propri adempimenti”.

Intanto il Governatore conferma le potenzialità del Porto di Napoli che può e deve essere per la città e la regione tutta un motore di sviluppo: “confermo che il porto di Napoli è il primo datore di lavoro della Campania” ha sottolineato. Ed ha aggiunto: “l’Autorità Portuale è destinataria di un grande progetto europeo che rappresenta oggi una realtà concreta di rilancio. Questo percorso non si può fermare ma deve, nei prossimi mesi, avere una forte accelerazione per garantire il cronoprogramma stabilito con la Commissione europea”.

13 dicembre 2013

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *