Pornhub offre agli italiani un porno premium gratuito

Pornhub offre agli italiani in quarantena un porno premium gratuito per passare il tempo durante la quarantena del coronavirus

Gli utenti che aprono la piattaforma di pornografia online in Italia vedranno un messaggio in italiano che li informa che possono accedere a all’abbonamento Premium gratuitamente per un mese, ha confermato Pornhub alla Daily Caller News Foundation giovedì pomeriggio.

Secondo quanto riferito, il sito americano donerà anche le entrate ottenute da Modelhub – un “sito di clip progettato per i modelli da zero”, secondo Pornhub – per “aiutare l’Italia a superare l’emergenza”.

“Pornhub ha deciso di donare le sue entrate di Modelhub March per aiutare l’Italia a superare l’emergenza. Viene segnalato nel comunicato ufficiale che il sito “si unisce alla raccolta fondi per rafforzare il reparto di terapia intensiva dell’Ospedale San Raffaele di Milano”.

Secondo quanto riferito dal sito web quando gli utenti aprono il sito in Italia, secondo il Next Web. “Per farti compagnia a casa in queste settimane, potrai accedere a Pornhub Premium gratuitamente per tutto il mese, senza bisogno di una carta di credito”.

La sezione Modelhub del sito è quella dedicata ai contenuti originali prodotti dai Model e il ricavo devoluto riguarda tutte le attività, come la vendita di video, tips, fanclub, ecc. Last but not least, il lancio – Forza Italia, we love you – che ricorda il nome del partito fondato da Silvio Berlusconi è da premio Oscar della comunicazione

La mossa è arrivata dopo che l’Italia ha implementato le procedure di blocco in tutto il paese e ha chiesto la chiusura temporanea di tutti i negozi non essenziali tranne i negozi di alimentari e farmacie.

Il coronavirus ha colpito più duramente l’Italia rispetto a qualsiasi altro paese, eccetto naturalemente la Cina, dove si evidenzia che l’epidemia abbia iniziato ad allentarsi. Il governo di Pechino sta inviando, aiuti, mascherine e ventilatori, oltre a squadre di medici e specialisti in Italia per aiutare le epidemie italiane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *