Pontida: festival antirazzista blindato

Blindata Pontida, la cittadina della bergamasca dove la Lega Nord tiene il suo appuntamento più importante, in vista del festival dell’orgoglio antirazzista

E’ blindata Pontida, la cittadina della bergamasca dove ogni anno la Lega Nord tiene il suo appuntamento più importante, in vista del festival dell’orgoglio antirazzista, migrante e meridionale. Con una ordinanza di inizio mese il sindaco ha chiuso alcune vie del centro, il cimitero, tutti i negozi, le scuole e gli uffici comunali.

 

Pontida: scetticismo degli abitanti del posto

Scettici alcuni degli abitanti. “Speriamo ci sia buona musica. Chiudere tutto mi è sembrato esagerato – hanno raccontato due trentenni del posto -. Hanno chiuso anche la discarica che è aperta solo tre giorni la settimana“. Moltissimi gli agenti delle forze dell’ordine (alcuni arrivati anche da Milano). La gente è arrivata ordinatamente al prato dove si svolge la manifestazione, che è dal lato opposto della città rispetto a quello dove si tiene la manifestazione leghista, e dove oggi alcuni esponenti del Carroccio hanno voluto testimoniare la loro presenza, fra questi l’ex ministro della Giustizia Roberto Castelli.