Pompei: un’iscrizione proverebbe che l’eruzione avvenne nel mese di ottobre

Un’iscrizione supporta la teoria che la data dell’eruzione fosse ad ottobre e non ad agosto. L’ultima scoperta dagli scavi nella Regio V di Pompei

Un’iscrizione a carboncino supporta la teoria che la data dell’eruzione fosse ad ottobre e non ad agosto. È una delle ultime scoperte venute alla luce dagli scavi nella Regio V di Pompei che sarà presentata oggi alla presenza del ministro Bonisoli. La scritta è, infatti, datata al sedicesimo giorno prima delle calende di novembre corrispondente al 17 ottobre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *