La pizzeria Sorbillo pronta a riaprire lunedì 21 gennaio

Dopo la bomba carta fatta esplodere davanti alla storica pizzeria Sorbillo di via dei Tribunali, il locale riaprirà lunedì 21 gennaio

Dopo la bomba carta fatta esplodere davanti alla storica pizzeria Sorbillo di via dei Tribunali, il locale riaprirà lunedì 21 gennaio. Lo comunica Gino Sorbillo.

Riaprirà i battenti lunedì 21 gennaio la storica pizzeria di via Tribunali dopo la bomba fatta esplodere nella notte tra martedì e mercoledì scorsi. Lo ha annunciato Gino Sorbillo nel corso di una manifestazione che si è svolta davanti al locale al cui interno sono in corso lavori.

 

Cittadini e turisti esprimono vicinanza a Gino Sorbillo

Bomba esplosa da SorbilloDavanti alla pizzeria, cittadini napoletani e venuti da fuori, anche da Torino, si sono dati appuntamento per esprimere vicinanza e solidarietà a Sorbillo e ai suoi dipendenti. I partecipanti hanno esposto un cartello con scritto: “Napoli non abbassa la testa. #iostoconsorbillo“.

È un attacco alla rinascita di Napoli, alla legalità“. Queste le parole del titolare della storica pizzeria a Napoli che si dice sconvolto e a tratti anche scoraggiato. “Ho trascorso tutte le feste di Natale a dire a tutti venite a Napoli, venite da noi ed ora arriva questa bomba“, racconta all’ANSA. Non ha paura e non cambia i programmi. “Ora – dice – qualcuno pensa che se la può giocare, che se ha messo una bomba a me lo può fare anche ad altri esercenti della zona ma noi non molliamo“.

1 thought on “La pizzeria Sorbillo pronta a riaprire lunedì 21 gennaio

  1. C’è ben poco da commentare. I commenti si sprecano, ora è il momento di passare ai fatti e impegnarsi fattivamente. Il Paese tutto deve far fronte comune contro la criminalità che soffoca qualsiasi anelito di libertà e giustizia e arresta il naturale cammino dei Popoli. Bisogna che le Istituzioni – politica, sindaci, forze dell’Ordine, Inquirenti e ogni altro potere si impegnino a fondo per stroncare una buona volta e per sempre questo cancro che sta divorando la Società.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *