Napoli ricorda Pino Daniele con un nuovo concerto

Pino Daniele Alive: un museo dedicato all’artista napoletano

Da un’idea di Pino Daniele e dei suoi figli, aprirà nel 2016 a piazza Municipio il Pino Daniele Alive, sette stanze interamente dedicate al cantautore.

Il 2016 sarà l’anno dell’apertura del nuovo museo “Pino Daniele Alive“.

Dopo la pubblicazione di “Ho sete ancora“, la mostra fotografica al PAN, una via dedicata all’artista e il cofanetto “Tracce di libertà” di prossima uscita, viene da Napoli l’ennesimo omaggio a Pino Daniele, segno di un’inesauribile nostalgia per il cantautore partenopeo.

La mostra sarà installata a piazza Municipio.

Pino Daniele Alive: il progetto di padre in figlio

Il progetto del museo Pino Daniele Alive è della Fondazione Pino Daniele, formata dai figli di Pino Daniele.

L’allestimento dell’istallazione permanente dedicata all’artista è previsto nella sede dell’attuale Museo Mediterraneo dell’Arte, della Musica e delle Tradizioni (Mamt). Alessandro, uno dei figli del cantautore, spiega che sarà dedicato al padre un intero piano per un totale di sette stanze, che racconteranno ogni tappa della carriera dell’artista napoletano

Alessandro ci tiene a precisare anche che  “il progetto è nato con Pino, era entusiasta della possibilità di raccontarsi e di raccontare la sua musica, purtroppo il racconto è affidato a noi, ma raccogliendo le sue idee e raccomandazioni”.

Nel Pino Daniele Alive sarà riprodotta interamente la sala prove di Pino, con tutti gli oggetti e gli strumenti che usava e un suo ologramma che si muoverà all’interno dello spazio. Sono previsti, inoltre, degli schermi touch, con cui si potranno vedere momenti e filmati della vita del cantautore, i concerti e le esibizioni.

L’allestimento sarà curato da Sergio Pappalettera, già grafico di Pino Daniele per diversi suoi album.