Pietro Parisi al Sottopalco: Il cuoco contadino e i suoi volti

Pietro Parisi al Sottopalco: Il cuoco contadino e i suoi volti

Il Sottopalco Caffè Letterario OnTheRoad apre le porte ai profumi e ai sapori della cucina contadina di Pietro Parisi, che presenta il suo primo libro.

Il Sottopalco Caffè Letterario OntheRoad accoglie Pietro Parisi, il cuoco contadino di Palma Campania che presenta il suo primo libro “Pietro Parisi – Un cuoco contadino, i volti della sua terra”. Un evento eccezionale, onorato da un pubblico numeroso nonostante la pioggia e il freddo.

Il libro, la storia, la passione e le ricette di Pietro Parisi

Il primo lavoro “letterario” di Pietro mostra l’abito migliore: un’edizione unica e pregiata, a tiratura limitata. Copertina rigida, stampe fotografiche di altissima qualità su carta patinata. Un piacere per la vista e il tatto mentre lo si sfoglia, e mentre si “gusta” il caleidoscopio dei volti e dei prodotti della terra che Pietro, il cuoco contadino, conosce e valorizza sublimandoli nella sua cucina semplice ma al tempo stesso raffinata e descritta mirabilmente dalle ricette scelte dall’autore e rubricate in coda al libro. Una cucina gustosa, legata a doppio filo alla tradizione e alla cura nella scelta delle materie prime, scelte da Pietro in persona nei campi e tra i volti: così il cuoco di Palma Campania definisce i produttori suoi vicini, affiancandoli ciascuno ai rispettivi prodotti. Volti vissuti, segnati dal tempo ed arsi dal sole che batte forte nei campi dove ogni giorno piegano la schiena: il giusto tributo a questi padri e a questi nonni che, nella geografia dei loro visi ricchi e impreziositi da rughe profonde trasudano orgoglio e dignità, sia propria che di figli e nipoti.

Pietro e i suoi Buccaccielli, la Marotta&Cafiero Editori e il territorio

La presentazione del volume è l’occasione giusta per Pietro di ricongiungersi con uno dei luoghi che lo collega al centro di Napoli dalla “sua” Palma Campania, casa del ristorante “Era Ora”, e da San Gennaro Vesuviano dove Pietro ha di recente inaugurato “Le cose buone di Nannina”, una salumeria-gastronomia che premia tutti i prodotti della sua terra. Il luogo in questione è il Sottopalco, uno dei pochi posti a Napoli dove gustare le delizie di Pietro tra cui spiccano sicuramente i Buccaccielli, 108 grammi di meraviglie culinarie della tradizione rinchiuse in uno “scrigno”, un vasetto di vetro che all’apertura dona al fortunato assaggiatore un profumo e un gusto estremamente appaganti. L’incontro, un appuntamento del Sottopalco Caffè Letterario OntheRoad, vede presenti, oltre all’emozionato autore, Rosario Esposito La Rossa, editore e amico di Pietro, e l’On. Lorenzo Diana, politico di San Cipriano D’Aversa e vicino, sia come impegno politico che come attaccamento al territorio,a quel territorio vituperato e dilaniato denominato “Terra Dei Fuochi”. Prende la parola per primo l’editore La Rossa, che presenta la casa editrice Marotta&Cafiero Editori, anch’essa baluardo di legalità e di speranza in una terra difficile come Scampia, e che annuncia l’amicizia che lo lega allo chef e da cui sono scaturiti tantissimi progetti importanti, culminati proprio nel volume-gioiello. Prosegue il discorso poi l’On. Lorenzo Diana, ex-senatore della Repubblica, cittadino orgoglioso di San Cipriano e che ha lodato l’operato di Pietro, la sua ricerca e il suo impegni nel territorio e per il territorio, nella sua fiducia nelle persone e nei prodotti della sua terra, nella sua maestria e disponibilità ai fuochi e nella sua umiltà genuina e inattaccabile, nonostante il successo e la fama che ha meritatamente coltivato nel suo lavoro. Un momento di profondo senso di appartenenza e di genuina stima nell’uomo e nel professionista, che ha suscitato emozione in Pietro e nei presenti. La serata si è conclusa poi con gli ottimi Buccaccielli di Pietro, offerti dall’autore e che hanno addolcito gli ospiti dando un po’ di calore a chi, a malincuore tra pioggia e vento, hanno lasciato il Sottopalco con il volume gelosamente custodito sotto il braccio.