Piero Pelù attacca Renzi: "Sminuire i problemi è nel suo stile"

Piero Pelù attacca Renzi: “Sminuire i problemi è nel suo stile”

Nuovo attacco di Piero Pelù al premier Renzi, questa volta contro le sue parole dette al Sud, dove invita tutti a non fare più piagnistei.

In un’intervista fatta per il corrieredelmezzogiorno.it, il rocker italiano Piero Pelù, in concerto nell’arena del Parco sul mare della Villa Favorita di Ercolano in cartellone al Festival delle Ville Vesuviane, unica tappa in Campania, non ha potuto fare a meno di rispondere alle recenti parole spese dal premier Renzi, che invitava il Sud a finirla con i piagnistei: “Inevitabile rispondere a Renzi e alla sua dichiarazione «basta piagnistei al Sud». È facile lavorare per stereotipi e il nostro Premier si è attaccato a questo: sminuire i problemi è nel suo stile”.

“Ci troviamo purtroppo di fronte a una classe politica imbarazzante da cambiare. Qualche anno fa perlomeno esisteva un’opposizione, oggi a farla sono pochissimi e il paese va a pezzi. Mi colpì molto in negativo – continua – quando Renzi una volta insediatosi fece il suo discorsone fiume non citando mai le lotte alle mafie e alla corruzione e ciò è stato pragmatico da parte sua per non andare a toccare certi poteri che garantiscono voti”.

Piero Pelù si scusa con i campani

Sempre sul corrieredelmezzogiorno.it, l’ex leader dei Litfiba, Piero Pelù, tempo fa parlò della Terra dei Fuochi, scusandosi con i cittadini campani: “Come Toscano mi scuso con la Campania e colgo l’occasione per farlo dalle pagine di questo quotidiano. Ho letto giorni or sono che tra i rifiuti tossici ritrovati nella ‘terra dei fuochi’ ci sono anche quelli toscani. Anche la mia civilissima Toscana ha fatto questo? Ne ho sofferto. Mi vergogno e vi prometto che saprò nella mia terrà come farla pagare a chi di dovere”.