Il Pd dice no al bilancio, de Magistris apre a Forza Italia e attacca De Luca: “E’ lui il mandante”

I dem si staccano dal primo cittadino e confermano il loro no al bilancio di previsione. Ipotesi giunta di salute pubblica per evitare il commissariamento.

“La città vive uno stato di grandi fibrillazioni e di difficoltà che abbiamo denunciato durante i nove anni in cui il PD è stato opposizione a questa amministrazione. Il bilancio che la maggioranza intende approvare, non pone alcun tipo di rimedio questa situazione. Per questo motivo riteniamo di confermare la linea già concordata con tutto il partito di votare in maniera contraria al bilancio nel prossimo consiglio comunale”. Si legge in una nota a firma del segretario metropolitano di Napoli del Pd Marco Sarracino, con il presidente Paolo Mancuso, e i consiglieri comunali Aniello Esposito, Salvatore Madonna e Federico Arienzo, al termine di un incontro con il sindaco di Napoli Luigi De Magistris. Incontro che ha portato di fatto alla conferma che i dem non voteranno il bilancio di previsione nella prossima seduta del Consiglio comunale. Si fa sempre più critica, quindi la situazione per il primo cittadino, che vede, ormai, in una giunta di salute pubblica, in accordo con i moderati e Forza Italia, l’unica ancora di salvezza possibile.

”De Luca è il mandante del tentativo di far sciogliere anticipatamente il Consiglio comunale. Io sono convinto che nell’opposizione ci siano numerosi consiglieri che non possono accettare di essere gli esecutori di un mandante politico”. Così lo stesso de Magistris alcuni giorni fa dopo a margine dell’ennesimo rinvio del Consiglio. ”E’ ormai evidente a tutti che a poche centinaia di metri da qui c’è chi vuole mandare a casa il Consiglio comunale di Napoli, lo si vede chiaramente dalle forze in campo che si agitano e da chi in particolare si è mosso in questi giorni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *