Passion Fruit, il nuovo album di M’Barka Ben Taleb

Dove c’è il mare non voglio discriminazioni, non ci sono polemiche. Il porto è unità e accoglienza. La mia radice multietnica è la mia grinta“. E’ diretta, come sempre, M’Barka Ben Taleb la “leonessa magrebina” ospite a Radio Club 91 in occasione della presentazione di “Passion Fruit“, il suo ultimo album tutto all’insegna della passione.

Una vita di passione, la sua, la stessa che nutre per Napoli, la città da cui parte il suo tour (l’appuntamento è il 26 settembre a piazza Bellini alle 21). Con questo disco l’artista si fa portavoce di un’unità di intenti tra generi all’insegna della commistione. M’Barka fonde lingue, passando dal francese, all’arabo, al napoletano, reinterpretando 6 cover e 3 brani inediti con sensualità.

M’Barka Ben Taleb, reduce dall’ennesimo successo con “Passione tour“, al fianco di James Senese, Raiz, Fausto Mesolella e tanti altri e dall’esperienza cinematografica che l’ha vista tra gli interpreti di “Gigolò per caso“, al fianco di John Turturro, Woody Allen e Sharon Stones, è stata definita “la risposta arabo-partenopea a Grace Jones”, ha esordito come vocalist di Tony Esposito e di Eugenio Bennato, per poi collaborare con grandi musicisti e cantautori italiani da James Senese a Enzo Gragnaniello, da Franco Del Prete a Gigi Finizio e tanti altri.

L’artista che ha vissuto a lungo a Napoli, dove ha collaborato con Eugenio Bennato, Tony Esposito, Pietra Montecorvino, Nava, Lino Cannavacciuolo, Gigi De Rienzo, Gigi Finizio esalta sempre “il legame profondo tra le due culture musicali mediterranee, quella tunisina e quella napoletana, combinandole con sonorità neo-melodiche“.