A Pasquetta c’è vita in Floridiana, chiusa per tutti ma non per qualcuno: foto schiaccianti

Le foto scattate da una cittadina lo dimostrano: di Lunedì in Albis, giorno in cui il parco era ufficialmente chiuso, alla Floridiana c’erano delle persone che pasteggiavano, prendevano il sole, giocavano a palla

Dopo le immagini del degrado che hanno indignato i napoletani e la chiusura forzata a causa della mancanza di custodi, nuove foto, scattate da una cittadina, rigettano la Villa Floridiana nell’occhio del ciclone. Nelle immagini, riprese dall’alto, si vedono chiaramente delle persone all’interno del parco, sedute sulle panchine o sul prato, e dei bambini che giocano a palla lungo i viali. Niente di strano, se non fosse che la Floridiana, nel giorno in cui sono state scattate queste foto, il giorno di Pasquetta, era chiusa.

Pasquetta alla Floridiana, un privilegio di pochi (pochissimi)

Chiusa per tutti i cittadini, ma evidentemente non per qualcuno: qualcuno che addirittura è riuscito a entrare all’interno del parco con le automobili, che in una foto si vedono parcheggiate nei vialetti interni della Floridiana. Probabilmente si tratta, come denunciato da Francesco Emilio Borrelli dei Verdi e Marco Gaudini, consigliere della V Municipalità, di alcuni dipendenti del parco. “Faremo svolgere un’inchiesta interna” affermano “per sapere se questa denuncia corrisponde al vero. In quel caso chiederemo interventi durissimi e risolutivi”.

Il degrado incalzante di uno dei parchi più belli della città

Intanto i cittadini della zona – e non solo – attendono la riapertura del parco che è rimasto chiuso durante le festività pasquali. La pulizia è avvenuta, ma mancano i custodi per garantire l’apertura. Una storia controversa, quella di Villa Floridiana, che le nostre telecamere hanno tentato di ripercorrere grazie alle testimonianze di Borrelli e Gaudini, da sempre impegnati nella battaglia per la tutela di uno dei parchi pubblici tra i più belli della città.