Parma-Napoli, l’Analisi Igniorante

La pagina Facebook L’Analisi Ignorante ha condiviso un divertentissimo intervento sulla scorsa partita Parma-Napoli. Ecco cosa hanno detto!

 

Cheppalle, hanno interrotto di nuovo l’#OperazioneBaku per la serie A. Ma non possiamo giocare solo l’Europa League di qui alla fine della stagione?

Vaaabè, facimmo stu sforzo, anche perché oggi c’è Parma- Napoli e ci sono almeno tre buone ragioni per vedermi inchiodato al teleschermo.
Innanzitutto, il Parma è l’unica avversaria che ancora non ho visto giocare, giacché alla gara di andata ero all’aeroporto di Barcellona a cercare un giaciglio ove passare la notte ma questa è un’altra storia che racconterò quando ne avrò voglia cioè MAI.

Poi c’è LUI, ignorant and ignorants (femminile), che trombino le squillo, che rullino i cannoni è tornatooooo l’arbitroooooo
CHIFFIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII

E poi beh, ovviamente c’è il Napoli. Me lo vedevo quando giocavamo contro la Massese, ti pare che non me lo vedo mo solo perché sta ‘sta cloaca della serie A(Peuh)? Come mettere un fiore in una centrale nucleare, però vabeh

Ancelotti deve rinunciare allo squalificato Insigne, in tandem con Milik c’è Mertens. Per il resto, schieramento classico, con Hysaj a sinistra preferito a Ghoulam.
Di contro, c’è il Parma, da molti considerata la nostra succursale, anche se in campo dei “nostri” ci solo Sepe e Inglese, il quale forse anche ringalluzzito dalla presenza del Ct Mancini in Tribuna, almeno nel primo quarto d’ora sembra voler sfatare la leggenda che ci si impegna meno contro la squadra che detiene il tuo cartellino.

Ma il Napoli ha voglia di vincere, soprattutto ha voglia di interrompere l’astinenza da gol, che due zeri e zeri di fila abbiamo fatto UANEMA è successo il finimondo.
E così, al 19’ passiamo: no look di Hamsik per Zielinski che si inserisce e fa partire una steccata sul secondo palo. Sepe in ginocchio. 0-1

Era Hysaj, è uscito Hamsik, quindi lo lascio. Lacrimuccia.

Però CHIFFINO quanto sei stronzetto a far fare a Maksimovic il giro lungo per farlo rientrare in campo dopo la botta alla caviglia? Quello chissà come si regge in piedi, puveriell. Io poi non ti voglio bene più.

Ok, che Chiffi sia uno dei nostri lo si capisce da questo delizioso TACCO NO LOOK con cui ha intercettato palla, lanciando nello spazio a Callejon che stavolta calcia alla perfezione, ma la palla si ricorda di essere stata colpita da Callejon edizione 2018-19 e quindi CIPPIRIMERLO, e via, a fil di traversa, dopo aver dato l’illusione del gol.

Ma non c’è da disperarsi.
ARKADIONE Purpone si conquista di prepotenza punizione dal limite, Si piglia il pallone e obbliga tutta la barriera a fare la figura dei piscioni.
Tutti saltano, e la palla toma toma cacchiacacchia IL PURPO la manda raso terra e si infila a 20 cm. dal palo. Sepe immobile. 0-2. E TERZO gol su punizione diretta di Milik. E’ il primatista di questo campionato.
In pratica, tenimmo ‘o specialista dei calci piazzati. GIUBILO

Si va al riposo sul doppio vantaggio.
Nella ripresa, i ducali, che in sostanza nel primo tempo non l’avevano vista mai, abbozzano un tentativo di reazione, ma il Napoli si difende col piglio da grande squadra, incassando senza soffrire troppo e aspettando il momento giusto per affondare

La partita potrebbe riaprirsi al ‘55, quando Malcuit calcia Gagliolo in vece del pallone e l’ineffabile Chiffi fischia la massima punizione.
Ma dal var lanciano il Chif-segnale, il nostro affezionatissimo corre deciso al monitor a rivedere le immagini e, rilevando un precedente fallo su Calle, torna sui suoi passi ed annulla il rigore

CHIFFI SEI UN GIUSTO!!

Ma dicevamo del piglio della grande squadra. Il Napoli, passata la baraonda, trova il momento per colpire, anche se in realtà è un regalo di un difensore gialloblù che in pratica lancia Milik verso la porta. Il polacco vede Mertens libero in area e considerando che il belga non segna tipo dal 2003, secondo voi Arkadione gliel’avrà smollato il pallone per farlo sbloccare?
MAMMANCPOCAZZ, ranfata di fino sul palo alla sua sinistra. Sepe statico. 0-3

A partita ormai chiusa, si segnalano solo i cambi. Il Napoli che aveva già perso Maksimovic, rilevato da Luperto, piazza Verdi per Zielinski ed Ounas per Milik, con Mertens che viene lasciato speranzosamente in campo per farlo segnare, visto che sta sorgendo il dubbio che il cuore di Sepe abbia cessato di battere alle diciotto meno un minuto e nessuno se ne sia accorto.

Il Parma invece risponde con SCHIAPPACASSE
Cioè ma davvero esiste uno che si chiama SCHIAPPACASSE??
E tiene pure il numero dieci, Gesù. Quello dei fuoriclasse.
Essi ce lo vedo proprio il coro: prima Maradona, poi Gianfranco Zola, poi
SCHIAPPACASSE.

Vaaabè
Intanto abbiamo calato il poker con Ounas, servito da Verdi. Sepe mummificato

La sensazione è che oggi avrebbero segnato pure Chavez e Hoffer. Insomma tutti, TRANNE Mertens. Che conclude la sua partita con l’ennesimo tiro fuori bersaglio.
Finisce 0-4

Ritorno felice nella sua Parma per Carletto Ancelotti, che davanti al Maestro Sacchi vede la sua squadra ritrovare feeling con il gol. Dietro continuiamo a non subire reti, le occasioni continuiamo a crearle, il carattere c’è, è arrivata la prima vittoria in trasferta in campionato di questo 2019, Milik si è sbloccato. In attesa che lo faccia anche Mertens, per Carletto tante indicazioni positive in vista dell’#OperazioneBaku

Eppure, in un’altra vita, c’era un Parma che ci dominava, saccheggiandoci i nostri migliori giocatori e dandoci in cambio le sue scartine. Come cambiano le cose.
Perciò non perdete tempo ad appiccicarvi vuie e Adl. Godetevi queste annate adesso che le viviamo. Potrebbero mancarci.

Quando ti chiami CHIFFI e tutti ti sfottono per il cognome, ma poi arriva SCHIAPPACASSE

Vado a pregare il buon Gesù di farmi rinascere bambino e tifoso del Parma, così il mio idolo sarà SCHIAPPACASSE, ciao

#ParNap #ForzaNapoliSempre #OperazioneBaku

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *