Papa Francesco, le bande delle parrocchie gli dedicheranno un repertorio tutto napoletano

Papa Francesco, le bande delle parrocchie gli dedicheranno un repertorio tutto napoletano

Per l’arrivo di Papa Francesco a Napoli, le bande delle parrocchie napoletane si esibiranno per il Pontefice regalando un repertorio tutto napoletano

Papa Francesco sta per arrivare nella città di Napoli, una città che attende con trepidazione, emozione, gioia il Santo Padre. Per l’occasione anche le bande della parrocchie napoletane hanno deciso di donare qualcosa al Pontefice. Un repertorio tutto napoletano è stato scelto per accogliere il Papa che alle 17 di sabato 21 marzo arriverà alla Rotonda Diaz.

Sono 350 ragazzi i ragazzi delle bande delle parrocchie napoletane che si esibiranno sul Lungomare. I ragazzi, tra gli 8 e i 13 anni, fanno parte del progetto “Canta, suona e cammina” finanziato dalla Regione Campania (Assessorato alla promozione culturale) e dalla Curia di Napoli, realizzato dalla Scabec, Società campana beni culturali in collaborazione con la Fondazione “Fare Chiesa e Città”.  La prima volta che i ragazzi dopo la prova odierna alla Città della Scienza si esibiscono tutti insieme.

Papa Francesco, il programma alla Rotonda Diaz con i giovanissimi musicisti napoletani

Si partirà alle ore 16 con un’animazione alla Rotonda Diaz e i primi brani: Torna a Surriento, Funiculì Funiculà e ‘O surdato nnammurato. Alle 17.00 è previsto l’arrivo del Pontefice, che, come previsto dal programma, si fermerà a salutare i giovanissimi musicisti. Al congedo gli dedicheranno il classico ‘inno’ napoletano famoso in tutto il mondo, “O sole mio”.

Le sei bande di “Canta, suona e cammina” sono state costituite nel 2014 attraverso una selezione negli oratori e nelle parrocchie. Il progetto ha fornito a tutti i ragazzi gli strumenti e un anno di formazione con musicisti e tutor. La finalità è dare a ragazzi di quartieri difficili un’occasione di crescita culturale e di avvicinamento alla musica. A queste nuove formazioni si affianca l’Orchestra Sanitansamble della Parrocchia di Santa Maria alla Sanità che già da alcuni anni è un punto di riferimento per questo tipo di iniziative. Sull’esperienza di “Canta, suona e cammina” la casa di produzione 41esimo parallelo in collaborazione con la Scabec sta realizzando un mediometraggio, per raccontare le storie di alcuni di questi giovanissimi aspiranti musicisti

Leggi anche: Papa Francesco a Napoli: non ci si sposa – Papa Francesco a Napoli, nove maxischermi – Gennaro Capodanno invita Papa Francesco al Vomero