Paolo Stabile aggredito alla Mostra d’Oltremare a scopo intimidatorio

Paolo Stabile è stato aggredito stamane in viale Kennedy, fuori la Mostra d’Oltremare, da due bravi in passamontagna. Esplicita la finalità intimidatoria.

Paolo StabileCoordinatore e Responsabile di appalti di manutenzione edilizia, impiantistica, arborea della Mostra d’Oltremare, è stato aggredito questa mattina da due criminali dal volto coperto in viale Kennedy all’uscita dalla sua auto. Stabile, di 46 anni, ha attutito il colpo, ma ha riportato, comunque, un trauma contusivo a una spalla e varie escoriazioni, danni che gli hanno procurato 7 giorni di prognosi di guarigione. Attualmente la Polizia di Stato ha aperto le indagini, ma in base alle poche informazioni ricavate dalla vittima si esclude che l’aggressione sia stata motivata da finalità di rapina.

Come si intende anche dalle dichiarazioni del Presidente della Mostra d’Oltremare Andrea Rea, l’aggressione di Stabile ha scopi intimidatori“Intollerabile subire un atto criminale di questo genere mentre si adempie il proprio dovere. Esprimo tutta la mia solidarietà al nostro lavoratore”, riferisce il Presidente Rea. Va evidenziato, tuttavia, che è necessaria un’attenzione particolare per la Mostra d’Oltremare, visti gli enormi interessi socio-economici che sta generando, diventando l’ago della bilancia nell’area ovest della città. La mancanza di un governo aziendale stabile, garante del piano di sviluppo, destabilizza rispetto ai grossi flussi lavorativi che, invece, garantisce il nostro indotto fieristico, congressuale e turistico. Riteniamo di dover evidenziare tutta la nostra preoccupazione per questo atto di grave violenza, che turba non poco il sereno compimento delle risoluzioni aziendali che da mesi cerchiamo di portare a termine in maniera democratica, giusta e civile”.

“Non ci siamo mai tirati indietro in questi due anni di governo e abbiamo raggiunto risultati insperati. È fondamentale dare un segnale chiaro e forte sul governo della Mostra. Mi auguro che l’aggressione al nostro dipendente sia un fatto isolato, ma non sarà questo o altro a intimorire l’azienda intera, né intralcerà il lavoro che egregiamente la Mostra d’Oltremare porta avanti da due anni con evidenti risultati”.