Il “pacco” non gli riesce: aggredisce le vittime con calci e pugni

È accaduto ieri nei pressi della Stazione Centrale di piazza Garibaldi: il “mago del pacco”, esaurito dall’ennesimo rifiuto, ha aggredito due giovani che avevano declinato la sua offerta truffaldina

Chi passa spesso per  piazza Garibaldi li conosce bene: sono i “maghi” del “pacco”, finti venditori che accalappiano turisti e sprovveduti passanti offrendo prodotti ultratecnologici, smartphone e tablet a prezzi stracciati, salvo poi inserire all’interno del pacco il classico mattone.

I napoletani ormai li evitano, consapevoli della truffa che li aspetta. È quello che hanno fatto ieri anche due ragazzi che si trovavano a passare nei pressi della Stazione Centrale. Avvicinati dal presunto venditore, hanno  declinato l’offerta. Ma mai si sarebbero aspettati da lui una reazione tanto spropositata. Il truffatore, scortato da un gruppo di complici, ha preso male il rifiuto dei due ragazzi, e li ha aggrediti con calci e pugni. I due sono riusciti a divincolarsi e a fuggire: poco più avanti hanno incontrato una pattuglia della Polizia Municipale, e hanno immediatamente denunciato l’accaduto.

Agli agenti è bastato poco per rintracciare e bloccare i truffatori. Grazie alla dettagliata descrizione fornita dalle vittime, gli uomini della Municipale hanno individuato e fermato due persone che sono state condotte presso gli uffici della Polizia locale di via Poerio, nei pressi di piazza Garibaldi. Uno dei due è risultato essere un pregiudicato: è stato arrestato con l’accusa di minacce, estorsione, tentata truffa e aggressione e condotto al carcere di Poggioreale. Le due vittime invece sono state accompagnate al Loreto Mare per accertamenti: 10 giorni di prognosi per loro, insieme al ricordo di una brutta avventura.