Ottavio Bianchi: ”Tutto da rifare se il Napoli perde la Coppa Italia”

Ottavio Bianchi, ex tecnico del Napoli, ha rilasciato delle dichiarazioni alla trasmissione Marte Sport Live, in onda su Radio Marte. La stagione del Napoli è stata eccezionale, ridimensionata solo dai ritmi di Juventus e Roma. La finale di Coppa Italia, però, potrebbe dire molto sul futuro della squadra e di Benitez.

Finale di Coppa fondamentale. Ritmi di Juve e Roma ineguagliabili

“La finale di Coppa Italia è fondamentale per il Napoli. Il terzo posto non è un risultato disprezzabile, ma ad inizio stagione le aspettative erano altre. Non è colpa degli azzurri, le prime due della classe hanno fatto un campionato strepitoso. Il Napoli è nettamente favorito, anche alla luce delle tante assenze dei viola. I partenopei, poi, non hanno mai fallito nelle occasioni più importanti. E’ anche vero che le partite secche sono pericolosissime e aperte anche a possibili sorprese. Non avere tanti giocatori a disposizione, tuttavia, costituisce un grande problema per la compagine toscana.

Se perde la Coppa, è tutto da rifare

Rispetto al nostro successo del 1987, è tutto diverso. Noi giocammo con le seconde linee fino alla finale. C’era una grande voglia, ma l’obiettivo è altrettanto importante anche adesso. Confronto tra i due tecnici? Benitez e Montella sono due ottimi allenatori, lo spagnolo ha fatto bene al primo anno, certo se dovesse perdere la Coppa Italia, ci sarebbe da rivedere tutto.