Ospedale del Mare: organizzata una task force di esperti per la sua apertura

Non ci sarà dunque un solo uomo al comando alla apertura dell’Ospedale del Mare, il Dg dell’Asl Napoli Centro 1 sarà affiancato da un gruppo di esperti.

Non sarà il solo Ernesto Esposito, direttore generale dell’Asl Napoli Centro 1, a mettere in funzione l’Ospedale del Mare di Ponticelli, bensì la Regione ha deciso di affiancarli una task force di esperti per aiutarlo alla messa in moto dell’enorme struttura. I motivi di tale cambiamento in corsa non sono chiari, probabile sia stata una misura precauzionale, volta ad aiutare il Dg dell’Asl, che fino a poco tempo fa doveva essere solo al comando. La Giunta Regionale ha pensato invece fosse meglio supportalo in questo arduo compito. La task force si occuperà dell’individuazione e dell’attivazione delle procedure di avvio progressivo delle attività sanitarie.

Ospedale del Mare – anche il Presidente Caldore presente nella task force

Al fianco del direttore generale Ernesto Esposito ci saranno: il presidente della Regione Stefano Caldoro; Ettore Cinque il Sub Commissario ad Acta per il rientro dal disavanzo sanitario; Ferdinando Romano, capo dipartimento della salute e delle risorse naturali; Mario Vasco, direttore generale per la tutela della salute e il coordinamento del sistema sanitario regionale; Raffaele Calabrò, consigliere del presidente della Giunta Regionale per i temi attinenti la Sanità, con delega ai Rapporti con gli organismi regionali e del Governo in materia di Sanità; Ciro Verdoliva, commissario ad Acta per l’Ospedale del Mare; il direttore Generale dell’Arsan Angelo Montemarano e il dirigente dell’Ufficio V del Gabinetto “Salute e Risorse Naturali”.

La task force dell’Ospedale del Mare si concentrerà sulle procedure di avvio delle attività sanitarie, nonchè di definire gli aspetti organizzatavi e gestionali, ad esempio: individuare delle destinazioni funzionali e di servizio territoriale relative ai presidi ospedalieri Ascalesi, Loreto Mare, Incurabili e San Gennaro; inoltre si occupererà di individuare le risorse strumentali e umane da destinarsi alla costituenda Aorn.