Opera lirica italiana patrimonio dell’UNESCO: da Anacapri parte la proposta insieme a Dario Fo (VIDEO)

Ad Anacapri Dario Fo e l’Anacapri Belcanto Fest si riuniscono per chiedere all’Unesco che l’opera lirica italiana diventi bene dell’umanità

Si è svolto nel centro multimediale “Mario Cacace” di Anacapri un incontro-dibattito per la candidatura dell’Opera lirica italiana come bene immateriale dell’umanità presso l’UNESCO. La tavola rotonda è stata organizzata dall’Anacapri Belcanto Fest e ha visto la partecipazione di Dario Fo, ed è stata fortemente voluta dall’isola che da anni si occupa di preservare il mondo del teatro lirico e che ogni anno organizza convegni, work-shop e flash-mob.

Cosa aspetta l’UNSESCO a darci il riconoscimento che ci compete?

Nel video rilasciato nell’occasione, Dario Fo si dimostra agguerrito: “La musica ha bisogno della lingua italiana per potersi esprimere, mi domando come mai fino ad oggi non abbia avuto un riconoscimento degno, chiedo all’Unesco, cosa aspetti a darci il riconoscimento che ci compete“.