“Ogni singolo giorno”: il documentario sulla Terra dei Fuochi sarà proiettato il 26 luglio

La “terra dei fuochi” on riguarda soltanto i rifiuti e il documentario “Ogni singolo giorno” s’impegna a far conoscere gli aspetti più profondi della questione

Partono le proiezioni per l’interessantissimo documentario dedicato alla Terra dei Fuochi “Ogni singolo giorno“, la prima si terrà domani, sabato 26 luglio, nell’ambito del Festival dell’impegno Civile presso un bene confiscato in S. Cipriano d’Aversa, in Via Ruffini. La “terra dei fuochi” è un tema di cui negli ultimi tempi parlano molto i mass media italiani ed esteri. L’argomento è quasi sempre trattato mettendo al centro dell’attenzione solo i rifiuti tossici. Il documentario “Ogni singolo giorno”, prodotto da Rogiosi Editore, inverte il punto di vista finora adottato dai media: il protagonista vero è l’uomo, la sua volontà di reagire al problema e le implicazioni della lotta nella vita quotidiana.

Ecco la sinossi ufficiale del film:

La vita nella  “Terra dei fuochi” continua ogni giorno; più di un  milione di persone vive nelle province tra Napoli e Caserta, zone ora conosciute per il problema dello sversamento dei rifiuti tossici. Il medico Antonio Marfella e il parroco di Caivano Maurizio Patriciello,  simboli della lotta contro l’inquinamento illecito del territorio, narrano la loro esperienza di vita in questa terra martoriata; alle loro voci famose si affiancano quelle di altre persone: un’attivista, un fotoreporter, un agricoltore, una madre, un ragazzo con il proprio padre, infine una giovane donna, che hanno visto le loro esistenze intrecciarsi con i problemi conseguenti l’intombamento dei rifiuti tossici. “Ogni singolo giorno” inverte il punto di vista che fino ad ora i media hanno adottato: il protagonista vero è l’uomo non il rifiuto e il suo carico di morte. Il cittadino campano,  la sua voglia di reazione ai problemi e la necessità di rimpossessarsi di un territorio martoriato, queste le linee guida del documentario.