Niente fondi, stop ristorante anticamorra a Casal di Principe

Chiuderà dal prossimo 7 gennaio, il ristorante “Nuova cucina organizzata” di Casal di Principe, gestito da una coop sociale che ha in cura beni sequestrati alla camorra

Chiuderà dal prossimo 7 gennaio, il ristorante “Nuova cucina organizzata” di Casal di Principe, gestito da una coop sociale che ha in cura beni sequestrati alla camorra

Il ristorante “Nuova cucina organizzata” di Casal di Principe, in provincia di Caserta, gestito da un coop sociale che ha in cura anche alcuni beni sequestrati alla camorra, dal prossimo 7 gennaio chiuderà i battenti perché attende il pagamento di 30 mensilità del budget salute. Lo ha detto il presidente Antonio De Rosa nel corso della presentazione del ‘Pacco alla camorra’ edizione 2019, che si è tenuta al Consiglio regionale.

 

Ristorante anticamorra a Casal di Principe: senza fondi l’attività è insostenibile

Senza il pagamento dei fondi pubblici, ha spiegato De Rosa, l’attività è insostenibile e i 7 addetti, tutti appartenenti ad aree disagiate, saranno licenziati. Il presidente del Consiglio regionale, Rosa D’Amelio, ha assicurato che ad horas interesserà il presidente della Giunta regionale, Vincenzo De Luca, per lo sblocco dei fondi la cui erogazione è di competenza degli enti di ambito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *