francesco schettino

Naufragio Costa Concordia, Francesco Schettino salta processo per motivi di salute

Francesco Schettino, imputato ancora in 2 processi relativi il naufragio della Costa Concordia, per motivi di salute non si è presentato davanti al giudice.

A causa di un disturbo fisico, l’ex comandante Francesco Schettino è stato costretto a passare la notte al pronto soccorso di Sorrento. Un episodio che gli ha impedito di recarsi ieri a Grosseto a prendere parte alle udienza di altri processi, relativi sempre al naufragio della Costa Concordia. E’ imputato per reati contravvenzionali. Al giudice è stato presentato, dall’avvocato Donato Laino, un certificato medico.

Francesco Schettino salta due processi

L’ex comandante è accusato di aver violato la normativa (l. 271) su salute e sicurezza dei marittimi a bordo delle navi mercantili – nel caso specifico la nave Concordia -, in particolare riguardo al rispetto di norme relative alla preparazione per la gestione delle emergenze. Nel secondo processo Francesco Schettino è imputato di deturpamento dell’ambiente dell’isola del Giglio poiché il relitto della Concordia rimase a lungo sui fondali dopo il naufragio del 13 gennaio 2012.