Natale 2013, consigli per gli acquisti dall’Accademia Italiana del Galateo

Consigli per gli acquisti natalizi dai guru del galateo

di Redazione

Natale è alle porte: lo stress per l’acquisto dei regali e dei pacchetti da metter sotto l’albero sta per assalire tutti e la “febbre da regalo perfetto” è sempre contagiosa. Quest’anno, forse, ancor di più. Già, perchè in tempi di crisi è faticoso metter mano al portafogli per acquistare regali originali, di pregio, che soddisfino chi dona quanto chi riceve, che stupiscano ma senza esser troppo costosi. E’ un magro natale, come scrive in una nota l’Accademia Italiana del Galateo, ma cerchiamo almeno di fare regali di buon gusto. Ecco, alcuni consigli per gli acquisti, direttamente dai guru del galateo.

  • Un regalo che non passa mai di moda e non risulta mai anonimo è sicuramente un buon libro, l’unica accortezza che dovete avere è quella di andare sul sicuro. Regalate qualcosa che avete già letto e che abbia un significato per quella persona. Prendere il primo libro che vedete equivale a regalare l’ennesima candela profumata.
  • Una soluzione economica e elegante è sicuramente una pianta che si possa abbinare all’arredamento della casa o della terrazza della vostra amica. Ricordate che se in casa non ha piante è per un motivo: non le ama, quindi cambiate pensiero.
  • Ultima soluzione può essere una prelibatezza ricercata, genuina e del territorio. Evitate cibi esotici e preferite un cibo locale come un buon olio o un buon vino di un produttore che conoscete bene.
  • Da evitare sempre sono l’abbigliamento, regali utili come robot da cucina o frullatore e i buoni di qualunque tipo a meno che non sia un parente o un amico molto intimo.
  • Purtroppo ogni anno molte scelte ricadono su suppellettili di dubbio gusto, il regalo peggiore che si possa acquistare e ricevere, difficilmente abbinabile all’arredamento della casa dei vostri amici e quasi sempre in contrasto con i loro gusti. Questo regalo inoltre, li costringerà a tirare fuori l’orrendo cigno di ceramica dalla credenza e metterlo in bella vista ogni volta che vi inviterà a cena.

E non dimenticate, come suggerisce l’Accademia Italiana del Galateo, di pensare sempre alla persona cui state facendo il regalo – perchè per stupire occorre conoscere i gusti altrui, almeno un pochino – e di evitare il riciclaggio del regalo dell’anno precedente: pare che, anche dopo anni, “i regali brutti” finiscano per “tornare sempre al proprietario”.

11 dicembre 2013

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *