#Napolisiferma, la chiusura volontaria dei ristoratori napoletani contro il Coronavirus

Si fermano volontariamente oltre cento imprenditori della ristorazione napoletana per limitare il diffondersi del contagio del Coronavirus

Si fermano volontariamente oltre cento imprenditori della ristorazione napoletana per limitare il diffondersi del contagio del Coronavirus

#Napolisiferma. “Ci fermiamo. È la decisione volontaria di oltre 150 brand di Napoli davanti all’aggravarsi della situazione nazionale e in risposta al DPCM dell’8 marzo 2020 per contrastare e contenere il diffondersi del COVID 19“. A spiegarlo è Dario Moxedano, socio dei tre ristoranti partenopei di Muu Muzzarella e tra i fondatori dell’iniziativa. Riunitisi spontaneamente, i ristoratori hanno deliberato la chiusura volontaria dei propri esercizi a partire da mercoledì 11 marzo a data da destinarsi in attesa di indicazioni chiare e decise da parte delle istituzioni regionali e nazionali.

 

Coronavirus, chiusura volontaria degli esercizi

Una decisione sofferta ma necessaria presa per il bene della collettività e per dare una risposta ferma e chiara in questo momento di grande confusione e preoccupazione. Abbiamo rispettato fino ad oggi il decreto legge della Regione Campania osservando con scrupolosità e impegno tutte le normative indicate. L’unica strada per rallentare il contagio e scongiurare il peggio è ridurre, se non evitare, i contatti sociali. E noi vogliamo fare la nostra parte! Abbiamo il dovere di anteporre la salute di tutti, dei nostri collaboratori e dei clienti, alle logiche del profitto. Vogliamo essere d’esempio per altri colleghi e di sostegno al difficile lavoro che stanno facendo le istituzioni. Siamo chiamati tutti a comportamenti di responsabilità e coscienza civica. Solo uniti si potrà vincerà questa battaglia ci auguriamo che tanti altri colleghi si uniscano a noi“, racconta Moxedano.

La stessa iniziativa verrà proposta da Milano per l’Unione dei Brand della Ristorazione Italiana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *