Napoli, una radiosa Epifania

Al San Paolo 2-0 alla Sampdoria.

di Diego Scarpitti

Napoli, niente carbone nella calza. Un dolce lunch time al San Paolo. Un pomeriggio di sole a Fuorigrotta riscalda i sessantamila tifosi presenti. Nella solennità dell’Epifania gli azzurri mostrano il loro splendore. Il re magio viene dal Belgio e non dal lontano Oriente. La stella luminosa parla fiammingo. Dries Mertens regala la prima vittoria del 2014.

La Freccia delle Fiandre sigla la sua prima doppietta in campionato. Al 53’ e al 62’ il tamburino di Lovanio supera Da Costa, realizzando la quarta rete stagionale. Il coraggioso (questo il significato del suo nome) 14 conduce i partenopei a -2 dalla Roma. La maratona voluta da Benitez è appena iniziata. Il secondo posto non più così lontano.

Inviolata la porta di Rafael. Pregare serve, aiuta, tonifica anima e muscoli. Il brasiliano inverte il trend del 2013. Non subisce gol, interviene prontamente, quando chiamato in causa, viene graziato da Gabbiadini, esce indenne. I suoi inchini o meglio le sue genuflessioni migliorano il reparto difensivo. Linea diretta con il Paradiso.

Se Maggio e compagni conquistano il quinto risultato utile consecutivo, i blucerchiati di Mihajlovic, dopo due pareggi e tre vittorie, incassano la prima sconfitta. Il nuovo anno non comincia nel migliore dei modi. Eder, a segno nelle ultime tre domeniche, di lunedì rinvia l’appuntamento con la rete.

Il tecnico spagnolo ora attende news dal mercato. Fino al 31 gennaio può succedere di tutto. Intanto si scartocciano gli ultimi doni. Oro, incenso e mirra, ancora una volta, non mancano.

 

6 gennaio 2014

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *