napoli udinese 3-1

Napoli-Udinese 3-1, gol e autogol di Thereau

Quarta vittoria di fila e record per gli uomini di Benitez, che mantengono inalterato il distacco di 4 punti dalla Roma. Thereau apre e richiude la partita: in mezzo, le reti di Mertens e Gabbiadini. Napoli-Udinese 3-1, per gli azzurri solo vittorie nel 2015.

Quarta vittoria di fila per gli uomini di Benitez, che mantengono inalterato il distacco di 4 punti dalla Roma. Cyril Thereau apre e richiude la partita: in mezzo, le reti di Mertens e Gabbiadini. Napoli-Udinese 3-1, finora un 2015 magico per gli azzurri.

Partenza sprint

Rafa Benitez schiera ancora Gabbiadini dal primo minuto dopo la rete contro il Chievo, con Mertens e Hamsik a supportare l’unica punta Higuain: l’avvio del Napoli è arrembante. Passano 7 minuti e il belga trafigge per la prima volta Karnezis con un preciso diagonale; ne passano altri 15 e la partita sembra già finita grazie al gol dell’ex Sampdoria. Guilherme è l’unico tra i suoi che prova ad impensierire Rafael, ma la sua mira è poco precisa.

Thereau: delizia e…

Sembra tutto andare per il meglio ma il Napoli si adagia pericolosamente: la traversa di Allan (migliore in campo fra i suoi) è solo il preludio al gol di Thereau, che sfrutta un’uscita avventata di Rafael per batterlo con un pallonetto. I padroni di casa piombano nello sconforto: comincia un pressing sempre più insistente dell’Udinese che per dieci minuti costringe gli avversari a giocare quasi nella propria metà campo ed attacca fino alla fine della prima frazione, sfiorando il gol del pareggio con Widmer.

…croce

Il secondo tempo vede un Napoli più concentrato, ma resta un sostanziale equilibrio tra le squadre in campo: l’ingresso di Callejon al posto di Gabbiadini cambia in modo decisivo gli schemi offensivi della squadra, dando ampiezza alla manovra. Il deus ex machina che sblocca l’intreccio ha il nome, di nuovo, di Cyril Thereau, che devia nella propria un cross di Mertens su calcio da fermo. Partita di lì in avanti in discesa per il Napoli, che sopra di due gol abbandona l’ansia che l’aveva colto nella seconda metà del primo tempo. Entra De Guzman al posto di Mertens (che salterà la prossima partita per squalifica) e si fa ricordare prima per un destro a giro che Kernezis devia in angolo e poi, sul finire di gara, per una conclusione pericolosissima che si spegne di poco a lato. La Roma resta a quattro punti e le disattenzioni sono ancora all’ordine del giorno, ma per gli uomini di Benitez questi sono punti fondamentali: Napoli-Udinese 3-1, per ora, il 2015 si colora d’azzurro.