napoli spal

Napoli-Spal, l’Analisi Igniorante

La pagina Facebook L’Analisi Ignorante ha condiviso un divertentissimo intervento sulla scorsa partita Napoli-Spal. Ecco cosa hanno detto!

 

NAPOLI-SPAL: L’ANALISI IGNIORANTE

Aaaah non sentite anche voi quella magica atmosfera di ingorghi, macchine in quintupla fila, gente isterica, gente che ti chiede soldi, gente isterica che ti chiede soldi?
Massì, anche quest’anno è tornata quella rottura di palle del Natale.
Si, il Grinch mi spiccia casa, sapevatelo

A proposito del Natale, io poi non vi ho detto.
Siccome io ogni anno mi riduco sempre all’ultimo per fare i regali, ogni anno mi riprometto che l’anno dopo li farò con un mese d’anticipo. E puntualmente ogni volta mi scordo e comunque mi riduco all’ultimo.
L’anno scorso, novità: me lo scrivo in agenda direttamente l’anno prima e mi metto pure la notifica sul cellulare. Embè secondo voi come è andata a finire?
Ma è ovvio. E’ il 22 di dicembre ed io non ho comprato NEMMANCO UN REGALO. Applausi.

Oh beh, ci penserò dopo la partita.
E’ Natale ma si gioca e si continuerà a giocare anche durante la Sante Feste indi per cui NESSUNO SI MUOVA da qui alla fine dell’anno. Io ve lo dico, poi fate voi.
Nonostante tra tre giorni ci sia l’Inter, Ancelotti vara i titolarissimi o quasi: Rog sostituisce l’indisponibile Allan, Zielinski per Fabian Ruiz, tra i pali c’è Meret.

Il primo tiro in porta arriva dopo cinque minuti ed è di Rog, mancino poco dentro l’area ma Gomis chiude lo specchio.
E’ un Napoli che fa possesso, ma che stenta a trovare brillantezza, anche perché la Spal si difende con ordine. Si arriva al tiro più con spunti individuali e con traiettorie che impensieriscono solo le signore affacciate sui balconi a Piazzale Tecchio.
Oddio, per la verità il gol lo troveremmo pure con Insigne dopo una ribattuta di Cionek ma il guardalinee segnala un offside, su cui ci sarebbe da discutere.
E infatti parte il silent-check ma chi c’è al Var?
Ma LUCA PAIRETTO, figlio di Pierluigi Pairetto, ex designatore coinvolto nello scandalo calciopoli e fratello di Alberto Pairetto, Event Manager della Juventus.
Ma è Natale uno dice. E a Natale siamo tutti più buoni. E magari anche Pairetto si farà commuovere dalla magica atmosfera e per una volta anteporrà il senso di giustizia alle bramosie affaristiche.
Ahahah che simpatici.
MAMMANCPOCAZZ. Si riparte con punizione per la Spal. E che vi aspettavate, sciocchi?

Passano i minuti e il fresco incubo Chievo comincia a riaffiorare. So quegli shock che ti perseguitano, io l’ho sempre detto. Pensate che fino all’anno scorso mi sognavo ancora Michu che non tira contro il Bilbao.
A farci emozionare un po’, però, è Kalidou che inventa un nuovo gesto tecnico: la finta in scivolata, che finora avevo visto fare due volte: la prima, in una puntata di Holly e Benji; la seconda da un mio amico, nel tentativo di schivare un motorino ubriaco (sisi, proprio il motorino era ubriaco), salvo ruciuliare all’indietro sbattendo la capa su una saittella.
Ma giustamente quello era un amico mio, mentre lui è KALIDOU .
Che poi, a proposito di Kalidou non è che uno vuole fare polemica pure con la Federazione Africana ma com’è possibile non dare un premio a KALIDOU??
Cioè ma a Kalidou bisognerebbe dare la Presidenza Onoraria DELL’ONU, con tanto di scrivania papale e poltrone in pelle umana. Di Benatia.

Ma non c’è tempo per le polemiche, anche perché nel frattempo dai e dai, il Napoli la sblocca con RAUL. Splendido stacco di testa da corner. 1-0. E’ il primo di recupero.

Si va al riposo così. Nella ripresa, gli azzurri, più sciolti mentalmente, partono subito con l’obiettivo di chiuderla. E nei primi minuti è un monologo, ma non si registrano sul taccuino occasioni interessanti.

A Natale siamo tutti buoni tranne Rog che dopo un’oretta buona di contrasti secchi, morsi alle caviglie, attentati alle tibie avversari, un giallo preso, altri tre sfiorati, viene ad accomodarsi in panchina, per far spazio a Fabian Ruiz. Ancelotti deve aver intravisto la schiuma alla bocca di Pairetto da dietro al Var ed è corso ai ripari per non finirla in dieci.

Il Napoli reclama un rigore su un cross da destra. Viene fatto il silent-check e secondo voi, visto che è Natale ce lo dà il rigore Pairettuccio?
MAMMANCPO….vabbè ci siamo capiti. Punizione per la Spal e la sensazione che se Pairetto incontrasse quel babbeo di Dickens gli ruberebbe il portafogli.

Ancora KALIDOU di testa, palla fuori di un nulla.
Ah Kalidou mio, dopo le dichiarazioni di Adl, ho capito che il nostro amore non ne avrà ancora per molto. Mi godrò ogni istante come fosse l’ultimo.
Oddio, visto come ha sfogato la sua rabbia sul palo precisiamo che parlavo di amore platonico. Non ci tengo a finire nel reparto Ortopedia.

Ma non vi pare che manchi qualcosa?
Ma certo: LA SFIGA. Contropiede supersonico Insigne- Mertens, palla in un fazzoletto per il belga che salta Gomis, calcia in porta e PALO
ECCOLO. LO ASPETTAVO.
Poi palla che rimane viva per Callejon, ma a quel punto si ricorda che quello è Callejon e dice “Guagliò e tu quest’anno dove vuoi andare?” Sul fondo, of course.

ALLARME ROSSO. E’ entrato Sergio Floccari, intossicatore serialiedi sabati, domeniche, anticipi, posticipi. Le quotazioni che questo Natale si tinga di marrone si sono appena moltiplicate.

Ed in effetti andrebbe proprio così se non fosse che
lasciatemi entrare un attimo in una dimensione onirica

FINALMENTE MERET.
Lo avevamo aspettato. Lo avevamo già bocciato, dopo che il suo acquisto era stato sostanzialmente ignorato sia dalla stampa nazionale, troppo impegnata a contare i peli del culo di Cr7+2sulcampo (ma fin qui lo posso capire), che da quella locale che lo aveva subito bollato come “o’ purtier e ll’Udinese”. Secondo alcuni era arrivato già rotto, secondo altri aveva preso il “Morbo di Zuniga” per cui non avrebbe giocato mai più. Eccolo oggi, alla sua seconda da titolare. Reattivo su Schiattarella, sicuro su Paloschi. E poi quel guizzo su colpo di testa di Fares proprio all’ultimo minuto. L’avevo vista dentro. Credo anche voi.
E’ l’ultimo spunto. Finisce 1-0
Ci sono prime parate e prime parate. Queste so prime parate da tre punti. Benvenuto Alex. Se il buongiorno si vede dal mattino, ci farai pariare assai.

PUBBLICITA’ PROFESSO:
Domani esce il nostro nuovo video per Capodanno. Video che troverete on line quasi certamente a partire dalle 12. In caso contrario, strangoleremo Pellix, alias il nostro cameraman igniorante e il video uscirà alla sua memoria.
Chi non lo condivide è un Cuadrado in albergo.

Vado a fare TUTTI i regali di Natale, ciao
#NapSpa #ForzaNapoliSempre

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *