Napoli-Sassuolo, l’Analisi Igniorante

La pagina Facebook L’Analisi Ignorante ha condiviso un divertentissimo intervento sulla scorsa partita Napoli-Sassuolo. Ecco cosa hanno detto!

 

Divertente la strategia della Lega Calcio che per farci cagare un po’ di striscio la Coppa Italia, competizione negli ultimi anni snobbata peggio di un quadrangolare a briscola, sospende le partite per due settimane di fila.
Col risultato che, quando si riprende a giocare qualsiasi cosa stiamo come tanti piccoli Begbie di Trinspotting, che ci vedremmo con passione pure un ANGLOITALIANO con telecronaca di BARGIGGIA e commento tecnico di Beppe Cruciani!

Ottavi di finale di Coppa. Di fronte c’è il Sassuolo, quindi in pratica è una finale anticipata, nel senso che questi vedrete che se la giocheranno alla morte.
Scontate rotazioni per Ancelotti, che ritrova Koulibaly e lo fa affiancare da Hysaj, Maksimovic e Mario Rui, Diawara in mediana con Ounas a folleggiare. In avanti, Milik e Insigne.
Mini turnover anche per l’ex De zerbi ma state senza pensiero, che comunque in squadra può vantare qualche elemento, con discreta tradizone intossicatoria contro di noi.
Ad esempio, il portiere Pegolo, cognome da segugio a Topolinia, passato da saracinesca SOLO NGUOLL A NUJE, ai tempi del Siena.

Entro in stanza e faccio in tempo a sentire: “…a dirigere l’arbitro
C H I F F I I I I I I I I I I I
Tutto vero. Tutto vero. Chiffi is back   

C’è attesa per vedere con che spirito il Napoli affronterà la Coppa, ma soprattutto c’è attesa per vedere chi si guadagnerà il primo chitammuorto dell’anno
Pochi minuti soltanto ed abbiamo la risposta:
HYSAJ, forse con la testa già al Chelsea ma di sicuro non mmiez ‘o campo, scaraventa un pallone su Berardi, che per poco non ci impallina.

Passato lo spavento, ripartenza velocissima con passaggio finale di Milik per Callejon ma essendo Callejon c’è bisogno che vi dica che fine fa il tiro?
Ma no, andiamo avanti

Ad esempio al GOAL che arriva al quarto d’ora: giocata rapidissima Ounas- Insigne. Lorenzino mette dentro, Pegolo ci mette la manona ma riesce solo a scaraventare la palla sul petto di Milik che arriva di gran carriera e la spinge dentro. 1-0
Arkadione Purpone aveva concluso il 2018 con una doppietta ed è il primo marcatore anche dell’anno nuovo. Avete presente quando uno dice: “Sta in un momento in cui la palla gli sbatte addosso ed entra?” Ecco, nel senso letterale del termine.
Sono contento per sto ragazzo. Se lo meritava proprio, dopo tutto quello che ha passato.

Noi viceversa, non ci meriteremmo a Hysaj concentrato come se stesse giocando ai quattro cantoni coi figli in giardino. Nuovo pallone gettato addosso alle maglie neroverdi e imbucata letale per Locatelli che infila Ospina. 1-1.
Mi sorge un dubbio: ma non è a Hysaj niente niente lo avessimo ceduto PROPRIO AL SASSUOLO??

Fermi tutti, forse c’è ancora una speranza: pare che della dozzina di arbitri presenti sul posto, ci sia qualcuno che si è reso conto che il bagher non è consentito nel giuoco del calcio.
E infatti va Chiffi a verificare. Con la prontezza di riflessi che lo contraddistingue.
Ma insomma Chiffi cosa c’è da guardare così tanto? E’ un braccio quello. UN BRACCIOOOO
Non so hai presente un po’ di anatomia umana? Braccio su, gamba giù.
A meno che non l’abbiano montato al contrario sto Locatelli. Tutto può essere.
E invece no. ANNULLATO.
CHIFFI SEI IL MIO EROE

Mo però vediamo di fare il secondo, cortesemente

Con tutta l’umiltà del mondo, posso dire che la tattica di Hysaj di indietreggiare per poi scagliare il pallone a cazzo su uno del Sassuolo a caso mi sta UN PO’ IRRITANDO??

Ma non è nulla in confronto al fastidio che mi provoca il Telecronista Rai che continua a chiamare Milik Milìk, con l’accento sulla seconda i.
Si chiama MILIK. MILIK. MILIK. Senza accenti finali, CHITEBBIVO. Al massimo chiamalo Arkadione. Vabbuò chiamalo comm vuo tu, abbasta ca vincimmo, toh, finito il primo tempo.

Ripresa. Ripresa. Ripresa.
La cosa più emozionante, per buono una ventina di minuti, sono gli spot Rai per la prostata.
Il Napoli, per la verità, l’occasione per raddoppiare ce l’ha ma sotto porta i ragazzi di Ancelotti risultano troppo morbidi.
E io non mi fido. Non mi fido. NON MI FIDOOOO di questi qua
Una volta ci dissero: per favore, non ce lo fate il secondo gol, siamo stanchi, teniamo famiglia. E noi, buoni: e vabbè, finiamo 1-0 e poi BUBUBUM Defrel piglia si inventò l’1-1 e…..
Oh insomma cosa c’è ancora da discutere? Facciamo sto secondo gol E BASTA. Mannaggia tutte le cose.

Anche Carletto evidentemente si fida poco. Infatti si copre inserendo Allan per Ounas, con fabian Ruiz che scala a sinistra.
Proprio dalla nuova posizione, lo spagnolo trova il gol del raddoppio su assist di Milik. E’ 2-0 che in pratica chiude i giochi, anche perché manca meno di un quarto d’ora.

“il Sassuolo, malgrado il doppio svantaggio, mantiene la sua dignità…”
No, perdonami Telecronista Rai di cui ignoro il nome ma manco me ne frega una mazza di saperlo, vedi che Sassuolo e dignità nella stessa frase appaiono un po’ contraddittori.
Non so è come dire Salvini/Buon Gusto, Feltri/Giornalismo, Juve/Calcio Pulito. Insomma, ci siamo capiti.

Sassuolo che, come una vecchia zoccola moribonda, potrebbe clamorosamente rientrare in partita proprio all’ultimo, ma Ospina salva tutto su Locatelli a due passi.

E allora via libera per l’esordio del giovane Gaetano, classe 2000, stellina della Primavera azzurra, che entra tra gli applausi incoraggiante del San Paolo.
E vedete come pure una partita probabilmente dimenticabile come questa, diventa l’occasione per un ragazzo di realizzare il suo sogno di bambino. In fondo, a noi ci basta poco per trovare motivi di felicità.
MICA STIAMO A PORDENONE?

Finisce 2-0. Massimo risultato con il minimo sforzo. Il Napoli si aggiudica il pass per i quarti dove potrebbe affrontare in una sfida all’Ok Corral, proprio Chillummerd71 (cit.), che tuttavia radiomercato dà in procinto di trasferirsi al Chelsea, dove ritroverebbe Sarri e forse anche Hysaj. Allan invece sembra destinato al Psg. Quello il mercato di sti periodi è bello, perché ogni minuto ti arriva una notizia diversa. Poi ci sta chi impazzisce dietro ai siti, chi vai su quei canali di calciomercato h24, chi si documenta su Twitter e chi c’ha la sua fonte. Io credo che andrò a vedermi un porno

Vado a tatuarmi CHIFFI sull’avambraccio, ciao

#NapSas #ForzaNapoliSempre

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *