zapata napoli

Napoli-Sassuolo 2-0: azzurri più vicini al secondo posto

Il Napoli batte il Sassuolo con le reti di Zapata e Hamsik e si porta a soli tre punti dalla Roma, seconda. Buona prova di Andujar, che spinge Rafael verso la panchina

Il Napoli centra l’obiettivo vittoria, batte un buon Sassuolo e riduce al minimo da mesi la distanza che separa i partenopei dal secondo posto occupato dalla Roma. Benitez sorprende ancora tutti lanciando per l’ennesima volta l’ennesima nuova formazione: a sorpresa tra i pali c’è il secondo Mariano Andujar, in attacco spazio a Gabbiadini-Hamsik-Callejon a supporto di Zapata. All’entrata in campo i cori sono tutti per l’ex capitano Cannavaro accolto da un bellissimo striscione e dai cori dei suoi ex tifosi.

PRIMO TEMPO.

La partita inizia a ritmi molto bassi, il Napoli porta palla ma non riesce ad imporre del tutto il proprio gioco. Il Sassuolo nei primi 20 minuti di gioco deve subito ricorrere a due cambi entrambi per infortunio, escono Antei e un Cannavaro accompagnato dagli applausi scroscianti del San Paolo e dentro Biondini e Bianco che verranno entrambi impiegati fuori ruolo. Poco dopo il ventesimo minuto c’è la prima occasione degna di nota, ad arrivare al tiro è Hamsik che impegna il portiere Consigli con un tiro rasoterra che prontamente viene respinto. Al 30′ c’è il primo tentativo da parte del Sassuolo, a cercare la via della rete è Domenico Berardi che calcia a lato della porta difesa dall’argentino Andujar. Verso la fine della prima frazione è ancora Hamsik ad andare vicino alla rete ma il suo tap in di testa viene deviato in angolo.

SECONDO TEMPO.

La prima occasione capita sulla testa di Duvan Zapata al 49′, il suo colpo di testa da posizione defilata sfiora il palo opposto. Al 54′ è ancora Berardi a sfiorare il gol per il Sassuolo, il suo sinistro a girare esce di poco con un Andujar che sembrava essere in ritardo sulla palla. Al 61′ finalmente arriva il gol del Napoli, Hamsik porta palla in contropiede la cede a Zapata che dopo un primo controllo difettoso porta avanti la palla, effettua un primo tiro che viene rimpallato,cade e si rialza riuscendo nuovamente a calciare un potente rasoterra centrale che beffa un impreparato Consigli. Passano meno di dieci minuti ed al 69′ il Napoli centra il raddoppio, Zapata dal fondocampo serve una palla d’oro ad Hamsik che calcia con potenza sul secondo palo. Passano pochi minuti dal raddoppio ed un’entrataccia di Mertens al 72′ lascia il Napoli in 10, il belga era entrato in campo da appena 5 minuti rilevando Gabbiadini. Gli applausi al 77′ invece sono tutti per Mariano Andujar che mostra di avere dei riflessi davvero pronti deviando in angolo un bellissimo tiro del capitano Magnanelli indirizzato verso l’angolino alto della porta. L’espulsione di Mertens costringe Benitez ad effettuare un cambio per risistemare la squadra, esce Hamsik entra De Guzman. All’87’ a mancare l’ennesima occasione da rete è Josè Maria Callejon che da posizione defilata prova a incrociare sul secondo palo, un tiro che in passato gli riusciva con molta facilità. La partita finisce sul risultato di 2-0 in un San Paolo pieno per l’occasione, domenica prossima potrebbe riuscire l’aggancio al secondo posto visto che i partenopei saranno impegnati col Torino in trasferta mentre la Roma ospiterà la capolista Juventus.

Fabio Foggia per Napoli10