Napoli riscopre il suo mare grazie al Bateau Mouche (VIDEO-FOTOGALLERY)

di Giuliana Gugliotti

Napoli e il mare. Un legame mai sopito, che oggi sarà possibile riscoprire grazie al bateau muche. Inaugurato questa mattina alla presenza del sindaco Luigi De Magistris e di alcuni assessori, il battello della compagnia Alilauro accompagnerà napoletani e turisti alla scoperta di una Napoli inedita.

Finalmente quindi anche Napoli avrà il suo “bateau mouche”: il viaggio inaugurale si è svolto questa mattina, con la benedizione di Enzo Cozzolino, direttore della Caritas diocesana, e con la partecipazione del sindaco Luigi De Magistris, l’assessore alla Cultura e al Turismo Nino Daniele e il consigliere comunale Carmine Attanasio, promotore e responsabile dell’iniziativa. Presenti, tra gli altri ospiti, anche l’assessore alle Politiche Sociali e al Welfare Roberta Gaeta, l’assessore allo Sport, ai Giovani e alle Pari Opportunità Giuseppina Tommasielli, il consigliere Antonio Luongo e l’assessore al Turismo della Regione Campania Pasquale Sommese.

Protagonista dell’evento il presidente di AliaLauro Salvatore Lauro, che ha creduto fortemente in questa iniziativa. Una sinergia che funziona, quella tra pubblico e privato, e che contribuisce costantemente al rilancio economico ma anche culturale della città. Un’occasione unica, quella del bateau mouche, per scoprire e riscoprire Napoli da un’altra prospettiva, quella marittima, e soprattutto per rinsaldare l’antico legame che da sempre lega i cittadini napoletani e tutta la città di Napoli al suo mare.

Un’occasione che il Comune ha deciso di offrire anche ai bambini meno fortunati, grazie a un’iniziativa promossa dall’assessorato al Welfare rappresentato da Roberta Gaeta. Un giro gratuito sul battello verrà garantito ogni weekend  ai piccoli ospiti delle case famiglia.

Un’iniziativa che, come afferma Carmine Attanasio, “ha avuto un immediato successo”. L’impegno futuro sarà ora quello di rendere stanziale l’iniziativa, come ha spiegato anche il sindaco De Magistris, trasformando quello che per ora è un servizio turistico in un servizio di trasporto pubblico cittadino: un vero e proprio taxi del mare con fermate a Bagnoli, Mergellina, piazza Municipio e San Giovanni.

Napoli come Parigi? Sì. Ma, come puntualizza il sindaco, “Napoli è molto più bella”.

GUARDA IL VIDEO:

GUARDA LA FOTOGALLERY:[nggallery id=51]

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *