Napoli, pensieri Champions?

Deludente pareggio casalingo con l’Udinese.

di Diego Scarpitti

Il Napoli perde punti e terreno. Prova deludente degli azzurri, che non vanno oltre il pareggio con l’Udinese. 3-3 il risultato finale tra i fischi dei tifosi, mugugni e non pochi rimpianti. Esordio non brillante nè per Rafael  né per Reveillere. Senza Muriel e Di Natale, i friulani escono imbattuti dal San Paolo. C’è già aria natalizia a Fuorigrotta. Troppi regali, molte concessioni agli avversari, una generosità spropositata. Così non può andare. La difesa risulta perforata e imballata, inconsistente quanto lenta oltre misura. Urge intervenire sul mercato per nuovi innesti.

Doppio Pandev. Il macedone continua a segnare. Dopo il gol all’Olimpico, l’attaccante di Strumica va in rete al 38’ e al 40’. Goran illumina un primo tempo spento, monotono, privo di emozioni. L’autogol di Fernandez, pochi secondi prima la fine del primo tempo, riapre la partita. Una ingenuità davvero pesante per il giovane argentino.

Gli uomini di Benitez al 70’ si fanno raggiungere. Inler perde palla sulla trequarti e Fernandes (occhio alla S e non alla Z) beffa di destro Rafael. Un minuto dopo Dzemaili riporta il Napoli in vantaggio. Basta pone fine al match. Pubblico impietrito  sugli spalti.

E meno male che alla vigilia il tecnico spagnolo aveva predicato attenzione. Le sue parole e indicazioni disattese.

Al fischio di Gervasoni la curva B espone uno striscione dall’indubbio significato: 11-12-2013 CHE QUESTA DATA RENDA ORGOGLIOSA LA VOSTRA GENTE. Un messaggio diretto ai giocatori.

Basteranno Colpi di Fortuna? Vedremo.

 

DSCN2525[1] DSCN2527[1] DSCN2528[1] DSCN2529[1] DSCN2536[1] DSCN2537[1] DSCN2550[1] DSCN2555[1] DSCN2559[1] DSCN2560[1] DSCN2563[1] DSCN2564[1]

 

7 dicembre 2013

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *