Pavoletti: "Non vedo l'ora di segnare. A Napoli mi chiamano Pavolè"

Napoli, Pavoletti vuole restare: il Sassuolo e l’Udinese ci provano

Leonardo Pavoletti è un calciatore del Napoli e ieri sera più che nei precedenti sei mesi, si è visto. Una serata divertente, quella destinata alla presentazione della squadra partenopea, culminata con uno show Pavoloso. L’ex attaccante del Genoa a Napoli si trova molto bene, ma come tutti i calciatori vuole giocare. Sarri proprio non ne vuole sapere e ieri ha ribattuto così: “Troverà più spazio? Dipende da lui e da me, più da lui. Se arriverà a giocare meglio dei titolari allora giocherà lui, stop“. Insomma è stato chiaro il tecnico partenopeo, con Milik e Mertens in froma smagliante, Pavogol non giocherà neanche in Coppa Italia. A lui per certi versi il ruolo da comprimario va anche bene, ma totalizzare pochi minuti in tante partite è demoralizzante per chiunque.

Pavoletti, cosa fai?

Di certo le squadre che lo vorrebbero nel proprio 11 titolare non mancano. La Spal, il Benevento e il Bologna lo desiderano ma non possono permettersi di pagare un ingaggio così elevato. Anche l’Udinese ha lo stesso problema, ma vorrebbe prenderlo con la formula de prestito secco e dargli la possibilità di tornare ai livelli di Genoa. Infine si è aggiunto anche il Sassuolo ed è forse l’opzione più fattibile. Leo è cresciuto nei neroverdi e ci tornerebbe, anche se da Napoli proprio non se ne vuole andare.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *