Napoli non è solo incantevole, ma anche sicura: parola del Sunday Times. Il quotidiano invita i turisti a visitare la città

Un reportage del Sunday Times valorizza Napoli ed invoglia i turisti a visitare la città

di Redazione

“Immaginate una magnifica città storica italiana, all’ombra di una spettacolare montagna, distesa lungo un’incantevole spiaggia, con cibo fantastico e pochi turisti. Impossibile, vero? Sbagliato, grazie ad una reputazione ormai non più giustificabile, a Napoli stranamente arrivano pochi turisti. Tuttavia non è solo incantevole, ma è anche una città molto sicura. Andate ora, prima che qualcuno ci ripensi”.

Finalmente dall’estero giunge un’immagine positiva di Napoli. Si, perchè è proprio del capoluogo partenopeo che parla Sean Thomas, giornalista del Sunday Times, noto quotidiano britannico, in un reportage sulla città che sollecita i turisti d’autunno a visitare le pendici del Vesuvio. Non più munnezza, scippi e guide per non rischiare la vita una volta giunti in città, ma un elenco di monumenti e siti archeologici da ammirare come il Duomo e gli scavi di Pompei, vicoli da scoprire in centro storico, mercatini pittoreschi da non perdere come quello della Pignasecca ai Quartieri Spagnoli.

Un reportage che è stato accolto con soddisfazione dall’assessore al Turismo e ai Beni culturali della Regione Campania Pasquale Sommese che ha anche annunciato l’imminente presentazione di “un moderno Grand Tour, in cui non solo renderemo fruibili  monumenti e siti, ma per ciascuno ci saranno attività di valorizzazione e di promozione, pensate per attrarre pubblici diversi”. Insomma, servono nuove idee per attirare turisti a Napoli, ma anche antiche strategie da rispolverare e rendere più efficienti: “i turisti si attraggono in vari modi – ha aggiunto Sommese – ma il primo è la facilità nel raggiungere un luogo. I trasporti, i collegamenti sono uno dei segmenti principali a cui mi sto dedicando.  E poi l’accoglienza. Non c’è promozione se non c’è capacità di accogliere nel modo giusto”.

4 novembre 2013

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *