Napoli-Milan, Benitez: “Domani vogliamo vincere. Mi aspetto una prova di carattere e la mentalità giusta”

Contro il Milan prova di maturità. Balotelli puo’ essere l’uomo chiave come Higuain

di Eduardo Desiderio

Dopo la partita di Coppa Italia contro la Roma, il Napoli di Rafa Benitez si rituffa in campionato con la delicata sfida di domani sera (sabato 8 febbraio) alle ore 20.45 contro il Milan. Con la possibile assenza di Kakà tra i rossoneri (causa influenza) gli azzurri dovranno sfruttare al massimo l’occasione casalinga, visto anche il derby della capitale tra Lazio e Roma. Higuain e compagni, a -6 dai giallorossi, necessitano di punti importanti per la zona Champions. Al centro sportivo di Castel Volturno, il tecnico Benitez ha parlato della sfida di domani al San Paolo.

E’ il momento più difficile da quando è arrivato a Napoli? “A Milano era uno dei momenti più alti della stagione. Il percorso è buono, la mentalità giusta e il lavoro farà sicuramente la differenza. La mentalità e il carattere sono fondamentali. Contro la Roma ho visto una gran bella partita. Bisogna cambiare anche la mentalità del calcio, per i tifosi che vanno a vedere le partite allo stadio. Se facciamo degli errori, anche le altre squadre sbagliano. Posso garantire che lavoriamo per migliorare i nostri errori, ma gli avversari possono fare sempre la differenza, contano tanto in una partita di calcio. Rispetto all’inizio, qualcosa è migliorato ma dobbiamo fare ancora di più”.

Cos’ha la Roma, ad oggi, in più del Napoli? “Il vantaggio della Roma è una partita a settimana. Giocare senza competizioni aiuta tantissimo. Loro hanno fatto tre gol mercoledì, noi due. Se loro sono forti, anche noi lo siamo. Abbiamo giocato contro una squadra di qualità, molto diversa dall’Atalanta. Sono molto soddisfatto, perchè abbiamo fatto due reti. La prossima settimana vediamo cosa succederà. A me non piace perdere una partita, se succede almeno abbiamo il dovere di dimostrare qualcosa in campo. Abbiamo una squadra che è forte in attacco, dobbiamo attaccare e fare gol ma difendere un po’ meglio. Higuain sostituito a Roma? All’ 84° il Napoli pressava ancora e giocava. Se l’equilibrio è stato mantenuto, non ha causato gravi danni”.

Sceglierebbe più la Champions o la vittoria in Europa League? “Voglio vincere contro il Milan, è importante capire per noi dove siamo e cosa possiamo ancora fare. Abbiamo tempo e partite, ma dobbiamo ragionare soltanto di gara in gara”.

Ci sono giocatori, nella sua squadra, che possono cambiare ruolo senza cambiare modulo? “L’importante è che loro capiscano cosa devono fare. Adesso abbiamo anche Henrique che puo’ fare due ruoli, lo stesso Jorginho che puo’ giocare più basso. La chiave sta nel sapere cosa bisogna fare in campo. Dobbiamo gestire la rosa, fondamentale per tutto il gruppo. La mia permanenza a Napoli? Oggi ho letto di un’offerta del Qatar, 10 milioni netti…ho la valigia pronta (ride Benitez). Tutti devono concentrarsi sul proprio lavoro. Adesso parlare del futuro è esagerato”.

Come reputa il rapporto con i tifosi? “Noi dobbiamo rispettarli, loro sono molto passionali. Capisco che a Bergamo, dopo tante ore di viaggio, non è bello andare a casa con una sconfitta. Sappiamo che sono sempre accanto, dobbiamo dare il 100% in ogni partita”.

Hamsik non al top: a cosa è dovuto secondo lei? “Sa di dover lavorare tanto, ha recuperato da un infortunio. Deve fare 15 reti, ne mancano ancora 9. Mi aspetto qualche doppietta”.

Balotelli sarà un pericolo domani? “E’ un calciatore eccezionale, così come Robinho o Kakà. I due difensore centrali devono essere attenti. Uomo chiave come Higuain? Per me Gonzalo deve essere l’uomo chiave, tutti e due possono fare la differenza. Mi aspetto una partita bella”.

Ghoulam si è presentato subtio sui calci piazzati, fondamentali per questa squadra: “Abbiamo bisogno di un mancino in campo, Ghoulam è un giocatore diverso, aiuta sempre la ripartenza. Continuiamo a lavorare insieme”.

7 febbraio 2014

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *