Napoli, lungomare: titolare chalet spinto giù gli scogli di via Caracciolo. Arrestati due algerini.

Arrestati due algerini dopo l’aggressione subita ieri dal titolare di uno chalet della zona, il quale è stato spinto giù agli scogli del lungomare di Napoli

L’uomo spinto giù sugli scoglio del lungomare di Napoli, a via Caracciolo, è il titolare di uno chalet lì vicino. A spingerlo Faui Chelabi, 31enne algerino, accusato di tentato omicidio. Ad effettuare l’arresto, come riporta Il Mattino, i poliziotti della VI Sezione “Criminalità diffusa” della Squadra Mobile. In manette è finito anche Sabri Ayahi, 26enne, anche lui algerino, arrestato con l’accusa di violenza e resistenza a Pubblico Ufficiale. Entrambi senza dimora.

La lite fra Chelabi e il titolare, sarebbe scoppiata per futili motivi. L’uomo precipitato da un’altezza di 5 metri circa, ha subito fratture in più punti del corpo. L’aggressore è stato arrestato sul luogo dell’aggressione, assieme a Sabri Ayahi, che alla vista degli agenti, nel tentativo di fuggire, li ha minacciati con una bottiglia di vetro.